Cultura e tempo libero / Happy hour

Commenta Stampa

Tutti a tavola ...ma senza rinunciare alla linea


Tutti a tavola ...ma senza rinunciare alla linea
01/03/2011, 10:03

Milano, 28 febbraio 2011 - Ci tenete alla linea e volete sapere quante calorie ha il piatto che vorreste gustare? Da oggi c’è il ristorante che fa per voi. Ad un mese dalle festività pasquali, proprio quando la dieta si appresta a conoscere strappi difficilmente recuperabili, a tavola o in palestra, a Milano il Ristorante Romani ha deciso di inserire all’interno dei suoi menu la tabella energetica delle pietanze proposte. Le calorie compaiono vicino ad ogni piatto, dall’antipasto al dolce, e per molti c’è da giurarci che saranno queste le cifre da tenere d’occhio, molto più del prezzo.

L’iniziativa, fortemente voluta dalla titolare del Ristorante Romani, Maria Ciaramella, nasce da una doppia esigenza: da un lato garantire trasparenza alla propria clientela, dall’altro andare incontro alle necessità di coloro che, consapevoli che si vive meglio in un corpo appagato ma soprattutto sano, desidera gustare i piaceri della buona tavola senza eccessi. Come dire che la buona cucina, che da sempre contraddistingue la location storica di Milano, deve puntare alla qualità delle materie prime, piuttosto che alla quantità.

“E’ molto importante conoscere l’apporto energetico di ogni piatto, non solo a ridosso delle festività - commenta Maria Ciaramella, titolare del Ristorante Romani – In un’ottica di trasparenza e correttezza verso i nostri clienti, abbiamo pensato che questo fosse il modo giusto continuare a viziare i nostri ospiti. Inserire nel menu il valore energetico delle proposte, poi, significa andare incontro alle esigenze di un numero sempre crescente di donne e uomini che vogliono mantenere la linea senza dover rinunciare ai piaceri della buona tavola”.

Con un occhio al menù e l’altro alle calorie, sarà possibile lasciarsi andare alle tentazioni culinarie del Ristorante Romani, senza il terrore di affrontare la bilancia il mattino dopo o di dover dire di no a quella pezzetto di cioccolato in più.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©