Cultura e tempo libero / Spettacolo

Commenta Stampa

Tutto esaurito per Salvatore Gisonna in scena al teatro Lendi


Tutto esaurito per Salvatore Gisonna in scena al teatro Lendi
22/02/2011, 11:02

C’è crisi! Crisi e confusione. E chi più di un bancario prestato al cabaret, o meglio di un cabarettista che è direttore di una filiale di banca, può raccontare l’epoca che stiamo vivendo? L’immobilismo della società, anestetizzata davanti alla tv, alle prese con una realtà che supera ogni finzione. La vita reale diventa palcoscenico mostrando la tragicomicità dei gesti, dei comportamenti, delle mode e delle vicissitudini che ci accompagnano. “Poche idee… ma ben confuse”, il nuovo one-man-show di Salvatore Gisonna – in scena venerdì 25 febbraio al teatro Lendi di S.Arpino (CE), già tutto esaurito - è una sorta di work in progress che, in due atti da 45 minuti, racconta le paure e le contraddizioni del nostro tempo. Tra sketch esilaranti, assaggi di prosa, monologhi, riflessioni amare, canzoni e balli, prende forma uno spettacolo che narra le varie forme di crisi: economica, coniugale, esistenziale, mistica. Il testo nasce dall’attualità e da tutto ciò che ci circonda e ha come bersaglio la politica, gli scandali continui, l’economia, i personaggi televisivi, i falsi miti, i cambiamenti della società, ma anche semplici episodi di vita quotidiana.

Al fianco di Gisonna, l’attrice Luisa Esposito - una moglie pragmatica e ossessiva – e il canto di Viviana Guida e Antonio Guido. A Larry Del Prete - famoso al pubblico per i successi di “Furore” su RaiDue – e alla sua band sono affidate le musiche, mentre le coreografie - con quattro ballerine in scena - sono curate da Naike Orilio, reduce da “I raccomandati” su RaiUno. L’allestimento è diretto da Ciro Ceruti.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©