Cultura e tempo libero / Spettacolo

Commenta Stampa

Tutto pronto per il "Campania Teatro Festival"


Tutto pronto per il 'Campania Teatro Festival'
02/06/2010, 12:06


NAPOLI - Spettacoli di lirica, concerti sinfonici, coreografie originali, incontri letterari, è quanto propone Campania Teatro Festival Italia un nuovo festival, prolungamento del Napoli Teatro Festival Italia, promosso dalla Fondazione Campania dei Festival presieduta da Rachele Furfaro, e frutto di una inedita collaborazione avviata con Teatro di San Carlo, Commissario Delegato all’Emergenza dell’Area Archeologica di Napoli e Pompei, Soprintendenza speciale per i Beni Archeologici di Napoli e Pompei, Paestum Festival, Leuciana Festival, Benevento Città Spettacolo, Settembre al Borgo e Città della Scienza. Nel luglio 2009, la Fondazione Campania dei Festival e il Teatro di San Carlo avevano realizzato, all’Arena Flegrea di Napoli, il Festival d’Oltremare: dodici giorni di rappresentazioni, per più di ventimila spettatori. Nel 2010, il festival prende il nome di Campania Teatro Festival Italia e vede allargare la collaborazione del Napoli Teatro Festival diretto da Renato Quaglia e del Teatro di San Carlo ai siti archeologici di Pompei, nei nuovi spazi aperti dal Commissario Marcello Fiori e a manifestazioni regionali storiche come il Leuciana Festival, diretto da Nunzio Areni; il Paestum Festival, diretto da Mario Crasto de Stefano; Benevento Città Spettacolo, diretto da Giulio Baffi; Settembre al Borgo, diretto da Paola Servillo. L’inaugurazione di Campania Teatro Festival Italia è affidata al Teatro di Can Carlo, protagonista di punta dell’intera programmazione. Il 23 giugno (ore 21,15) al Teatro Grande di Pompei - con replica a San Leucio, Caserta il 24 giugno (ore 21) - sarà l’Orchestra e il Coro del lirico napoletano a dare il via alla manifestazione con un monumento della storia della musica, la Nona sinfonia di Beethoven. Sul podio George Pehlivanian. Soprano Valeria Attianese, contralto Silvana Nardiello, tenore Francesco Marsiglia, baritono Francesco Esposito, maestro del Coro Salvatore Caputo. Il 4 luglio, Teatro Grande di Pompei (ore 21,15) Ouverture e arie d’opera di Giuseppe Verdi e Sinfonia n. 4 in la maggiore “italiana” di Felix Mendelssohn Bartholdy. Protagonista l’orchestra dell’Accademia del Teatro alla Scala. A seguire, il 7 luglio, a San Leucio (ore 21), sempre l’Orchestra del Teatro di San Carlo proporrà una serata che unisce, da Paisiello a Gulda, tre secoli di musica con il Concerto per pianoforte e Orchestra, di Giovanni Paisiello e Concerto per violoncello e Orchestra di fiati, di Friedrich Gulda. Solisti Francesco Nicolosi (pianoforte) e Giovanni Sollima (violoncello), direttore Gennaro Cappabianca. Dal 13 al 17 luglio al Teatro Grande dell’area archeologica di Pompei l’unica opera in cartellone: Tosca di Giacomo Puccini. Uno dei titoli più amati dal grande pubblico che impegnerà in scena l’Orchestra, il Coro ed il Coro di Voci bianche del Teatro di San Carlo. A firmarne la regia Luca De Fusco, sul podio il direttore Pietro Mianiti. Nei panni della protagonista, Oksana Dyka, in quelli di Cavaradossi Nicola Rossi Giordano. Scarpia sarà Claudio Sgura. Le scene sono di Nicola Rubertelli, i costumi di Maurizio Millenotti. Il 16 luglio a Paestum (Salerno), con repliche il 18 a San Leucio (Caserta) e il 26 luglio al Teatro Grande di Pompei (sempre alle ore 21) il primo appuntamento di danza: una nuova creazione del coreografo brasiliano Ismael Ivo, Le Sacre du Primtemps, balletto su musiche di Igor Stravinskij. Lo spettacolo - prima assoluta del Campania Teatro Festival Italia, produzione Napoli Teatro Festival Italia in coproduzione con Paestum Festival e Leuciana Festival – si inserisce in un più ampio progetto studiato appositamente per la Campania. Lo scorso febbraio infatti, allo scopo di andare a formare Le Danseurs Napolitains, ovvero la compagnia che sarà protagonista dello spettacolo finale, è stato pubblicato un bando rivolto a danzatori e danzatrici campani. Dopo aver superato varie selezioni e tenuto un workshop, i 14 prescelti parteciperanno dal 14 giugno ad una residenza creativa, della durata di quattro settimane, in un luogo unico: un vecchio granaio ristrutturato di Paestum. Una modalità completamente innovativa di preparazione di uno spettacolo, un’esperienza unica, che vedrà i danzatori vivere e lavorare 24 ore al giorno con il maestro e coreografo brasiliano Ismael Ivo ed il suo staff.  Il 16 e il 18 luglio (ore 21), a San Leucio (Caserta) e Paestum (Salerno) Concerto lirico sinfonico “Omaggio al Melodramma italiano”, con l’Orchestra e Coro del Teatro di San Carlo, sul podio Roberto Polastri. Il secondo appuntamento di danza è il Gala che vede protagonisti il Corpo di ballo del Teatro di San Carlo, diretto da Giuseppe Carbone, con le étoiles Eleonora Abbagnato (il 19 e 20) in alternanza con Mathilde Froustey (il 25 e 27) e Alessio Carbone. Ad essi si uniscono in scena i primi ballerini ospiti Alessandro Macario, Anbeta Toromani, Dominic Walsh, Domenico Luciano. In programma il 19 luglio a San Leucio, a Caserta, il 20 luglio, a Paestum e il 25 e 27 luglio al Teatro Grande di Pompei (tutti gli appuntamenti sono alle 21). Il 22 luglio sempre nel Teatro Grande, di Pompei (ore 21,15) un titolo amatissimo dal pubblico: i Carmina Burana di Carl Orff che per la prima volta vedranno insieme le Orchestre e Coro del Teatro alla Scala di Milano e del Teatro di San Carlo, direttore Nicola Luisotti. Ad esse si unisce il Coro di Voci bianche del San Carlo diretto da Stefania Rinaldi. In programma anche degli incontri letterari. Il 23 luglio a Pompei Parole in viaggio: Pompei ed il Grand Tour, incontri Internazionali di Letteratura, un progetto ideato e coordinato dallo scrittore Angelo Cannavacciuolo. Due gli appuntamenti al Teatro Grande di Pompei, il 23 luglio con Gore Vidal e Jay Parini ed il 29 luglio con Jim Nisbet ed Ethan Canin. Durante gli incontri verranno letti testi inediti che questi prestigiosi autori del panorama letterario internazionale contemporaneo hanno scritto in occasione della pubblicazione di libro, ulteriormente impreziosito da un lavoro fotografico su Pompei di Mimmo Jodice. Il libro sarà pubblicato da Contrasto. Ancora, il 29, 30 e 31 luglio a Città della Scienza, Art Garage presenta Il Caos del Cinque di Art Garage. Il 30 e il 31 luglio, sempre nel Teatro Grande di Pompei (ore 21) Echo in Cile, un concerto che unisce in scena l’Orchestra e il Coro del Teatro di San Carlo ad artisti cileni come l’Inti Illimani historico, Claudia Acuna, Angel Parra Orrego, Francisca Valenzuela. Infine il Campania Teatro Festival Italia proseguirà anche a settembre in collaborazione con Benevento Città Spettacolo e Settembre al Borgo.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©