Cultura e tempo libero / Letteratura

Commenta Stampa

"Un calcio d’amore", un libro di Tonino Scala, all'insegna dell'amore e non della rivalità, tra Vespe e molossi


'Un calcio d’amore', un libro di Tonino Scala, all'insegna dell'amore e non della rivalità, tra Vespe e molossi
25/02/2012, 12:02

Sabato c’è il derby Juve Stabia-Nocerina. Una rivalità calcistica, una forte rivalità nata il 21 gennaio 1929 quando i rossoneri sconfissero per 2 a 1 i gialloblù, e i giornalisti stabiesi li soprannominarono molossi. Da allora lo scontro non è stato solo sul campo ma soprattutto fuori. Nel mentre ci sono le società che tentano di gettare acqua sul fuoco, non mancano gli appelli alla calma c’è chi parla d’amore tra Vespe e Molossi in un romanzo. È Tonino Scala che nel suo “Un calcio d’amore” edito da Il quaderno edizioni parla di una storia d’amore vissuta dall’imprenditore edile abusivo stabiese Carlo e la nocerina Patty. I due si conoscono su Facebook ed iniziano un liasion fatta di attrazione e voglie di crescere. E’ il 2010 nella prima divisione nazionale della Lega Calcio sia la Nocerina che la Juve Stabia hanno possibilità di approdare nell’agognata e poche volte assaporata serie “B”. Intorno, la crisi politica e di progettualità imprenditoriale ha fatto ripiombare la Città delle Acque in una crisi politica e di perdita di posti di lavoro che sembra irrecuperabile. In questa temperie con la sua passionalità di scrittura e con il suo ritmo narrativo Scala, usando lo slang stabiese, le canzoni di strada, ed un buon italiano figlio dei suoi studi universitari, disegna un microcosmo in cui trovano spazio Maria Nazionale, Mauro Nardi, Giorgio Amendola, un non ancora Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano. Perché Castellammare – la Stalingrado del Sud – si sente grande, anche se il terremoto ed il malgoverno ha disfatto i suoi molti tesori. Il calcio contribuisce a rifondarne un’identità tenuta vita anche da un arcipelago del tifo, per la maggior parte scevro da collusioni camorristiche. Mentre sale la crisi della Fincantieri ed in attesa di bacini di carenaggio per fare scendere in mare nuove cattedrali del turismo di massa, Carlo e Patty decidono di dare un calcio alle legittime appartenenze collettive per ritagliarsi uno spazio di immaginazione e di sogno altro. Un calcio all’amore? No “Un calcio d’amore. Un libro completamente diverso da quelli pubblicati in questi anni da Tonino Scala, non si parla di politica, di camorra, di problemi sociali ed economici o meglio per un attimo questi temi che permeano le esistenze degli abitanti del sud, sono messi da parte perché in “ Un calcio d’amore” il tema è appunto l’amore!

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©