Cultura e tempo libero / Cultura

Commenta Stampa

Un mantello per proteggere i monumenti


Un mantello per proteggere i monumenti
20/02/2009, 19:02

 Funziona come un mantello invisibile, avvolgente e protettivo, il nuovo prototipo capace di preservare i monumenti culturali ereditati dal nostro passato dai danni delle vernici dei graffiti e dalle procedure usate per cancellarli. A metterlo a punto è stata l'Unità di costruzione sviluppo territoriale di Tecnalia, che coordina il progetto triennale europeo Fp6, cui hanno partecipato 10 centri tecnologici e sei enti pubblici di Spagna, Germania, Polonia, Belgio, Italia e Slovenia.

I materiali con cui sono costruiti i monumenti sono infatti spesso porosi e in molti casi presentano diverse tipi di decomposizione. Ma proprio per il loro valore storico devono essere protetti, soprattutto da minacce quali i graffiti, che non solo li deturpano esteticamente, ma anche danneggiano il substrato storico a causa della penetrazione della vernice e i metodi usati per eliminarla.

Generalmente per proteggere palazzi, chiese e statue si usano prodotti anti-graffiti, che evitano la penetrazione di tinture e vernici nella superficie, facilitandone la rimozione. Tuttavia per i materiali porosi serve una protezione extra, che i prodotti attualmente in commercio non possiedono. Questa nuova sostanza ovvia al problema con una formulazione chimica differente, basata su un polimero carico di un complesso a base di silicone sensibile al pH, e con caratteristiche 'vantaggiose'.

E' idrofobico, evita cioé o diminuisce i problemi causati dalla penetrazione dell'acqua, ha un'adeguata aderenza alle superifici porose, basso impatto estetico, non visibile a occhio nudo, presenta una migliore essiccazione e permeabilità al vapore acqueo, resistenza ai raggi UV e al naturale invecchiamento causato dagli agenti atmosferici, buona capacità di pulitura, e una composizione a basso impatto ambientale.

E' stato testato su otto substrati diversi per porosità in Spagna, Germania, Italia, Belgio e Slovenia, e ne sono state studiate le reazioni sia in laboratorio che all'esterno. In particolare sono state analizzate le proprietà idriche e di durata, la permeabilità al vapore acqueo, l'invecchiamento, le variazioni di colore e lucentezza e la repellenza all'acqua. Uno degli aspetti più importanti valutato è stata l'efficacia a pulire il mantello durante la pulizia dei graffiti. Rispetto ad altri quattro anti-graffitti attualmente in uso, questo si è mostrato più efficace.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©