Cultura e tempo libero / Eventi

Commenta Stampa

Un superwall per riqualificare le zone degradate

Proventi saranno destinati al miglioramento spazi pubblici

Un superwall per riqualificare le zone degradate
07/06/2013, 14:25

ROMA - Un super muro e un super eroe scendono in campo per Roma. Un accordo tra istituzioni, creativi e artisti allo scopo di riqualificare le zone degradate della città. Al centro del progetto il Superwall, una gigantesca parete di 300 mq posta sulla trafficata via Cristoforo Colombo a Roma, sulla facciata esterna della ex Fiera della capitale. Il Superwall è a disposizione di brand e aziende che potranno utilizzarlo per progetti di comunicazione con un valore aggiunto: finanziarie la riqualificazione del sovrappasso pedonale della Garbatella nel Municipio XI. La prima azienda a sposare il progetto è stata Warner Bros.

Il Superwall è uno spazio di comunicazione non-convenzionale e nasce dalla partnership tra l’agenzia di comunicazione Superegg, il Comune di Roma Municipio XI e diversi curatori di street-art. Il progetto prevede l'utilizzo di questa enorme parete ad alta visibilità per operazioni di comunicazione alternativa, che si distinguano per il valore artistico e comunicativo delle opere. E a inaugurare un Super Muro non poteva essere che un Super Uomo, “L’uomo d’acciaio” di Zack Snyder. La pellicola firmata Warner Bros, in uscita il prossimo 20 giugno nelle sale italiane, è, infatti, la protagonista della prima opera ufficiale. Il progetto di comunicazione è stata ideato e coordinato da Superegg, mentre l’opera è firmata dal celebre illustratore e graphic artist ODD. Dopo il progetto pilota, realizzato negli scorsi mesi, per il lungometraggio 007 Skyfall (video dell’opera visibile al link https://www.youtube.com/watch?feature=player_embedded&v=Q2rMeTEjrGc ) parte, dunque, ufficialmente il progetto Superwall con le sue finalità benefiche e la volontà di essere uno stimolo per artisti e creativi italiani e non solo.

La scelta del coinvolgimento della street art all’interno del progetto Superwall non è casuale, anzi, mira ad arricchire l’ambiente sociale attraverso il miglioramento di un’area urbana, alla crescita del benessere psicologico, sociale e della sensibilità collettiva, allo sviluppo di uno strumento di comunicazione diretto con le persone attraverso un’immagine contemporanea e, infine, creare un contenitore di idee innovative e non convenzionali. Con il progetto Superwall, Superegg conferma la propria attenzione all'innovazione e alla costante ricerca di nuovi strumenti e linguaggi nel mondo della comunicazione che, da sempre, contraddistinguono i suoi lavori.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©