Cultura e tempo libero / Viaggi

Commenta Stampa

UNA 'FERROVIA DELL'ARTE E DEI SAPORI' PER SCOPRIRE LA PROVINCIA DI CASERTA


UNA 'FERROVIA DELL'ARTE E DEI SAPORI' PER SCOPRIRE LA PROVINCIA DI CASERTA
19/06/2008, 09:06

Partirà domenica prossima, 22 giugno, da Castel Campagnano la nuova edizione della “Ferrovia dell’arte e dei sapori”, l’itinerario alla scoperta delle bellezze naturalistiche e delle ricchezze enogastronomiche della provincia di Caserta, presentato stamane in conferenza stampa. A bordo dei treni messi a disposizione da Metro Campania Nord-est e delle “navette del verde” dell’Acms, i cittadini potranno gratuitamente visitare l’area interna di Terra di Lavoro, tra percorsi guidati, degustazioni di prodotti tipici e spettacoli folkloristici. La partenza è prevista dalla stazione ferroviaria di Caserta, con ritorno in serata. Il percorso si snoderà anche oltre l’estate, con l’ultima tappa prevista il 26 ottobre a Caiazzo e Alvignano.
 

“Quest’anno – ha sottolineato il presidente della Provincia, Sandro De Franciscis – l’iniziativa si è arricchita di novità e s’inserisce a pieno titolo nel percorso di valorizzazione delle risorse del Casertano, che come Provincia stiamo portando avanti con decisione, attraverso un fitto programma di marketing territoriale. Pochi giorni fa abbiamo presentato il piano di promozione della mozzarella, oggi aggiungiamo un’altra tappa che comprende non solo le aree interne, ma anche il litorale domizio”. Agli organi d’informazione, infatti, è stato illustrato anche il progetto “Costiera dei fiori”, che coinvolgerà i Comuni di Castel Volturno, Mondragone, Cellole e Sessa Aurunca, con eventi che arricchiranno l’estate sulla costa casertana. L’edizione 2008 della “Ferrovia dell’arte e dei sapori” toccherà invece 21 Comuni, circa il doppio rispetto all’anno scorso, ricadenti nelle Comunità Montane del Matese, di Monte Maggiore e di Monte Santa Croce. Tra le altre novità il percorso “Per borghi e castelli”, un viaggio alla riscoperta delle antiche vestigia dei centri dell’alto casertano, che prenderà il via il 6 luglio da Pietravairano e Roccaromana.

Alla conferenza stampa hanno inoltre partecipato il vicepresidente della Provincia, Mimmo Dell’Aquila, il dirigente dello Stapa Cepica di Caserta, Ruggero Bartocci, Alberto Caronte in rappresentanza dell’assessorato regionale all’Agricoltura, Pietro Canzano per l’Unione provinciale delle Pro-loco (Unpli), Garofalo per l’Acms e i sindaci di Castel Campagnano, Giuseppe Di Sorbo, e di Castel di Sasso, Nunzio Valentino.
 
 

“I due progetti – ha aggiunto Dell’Aquila – si legano alle vocazioni autentiche di Terra di Lavoro e rappresentano un esempio di sinergia tra istituzioni e territorio. Puntiamo a superare le 4mila presenza registrate lo scorso anno e l’avvio promette bene, visto che abbiamo già ricevuto 60 prenotazioni per la prima tappa. Abbiamo registrato piena sintonia – ha concluso – con tutti i soggetti coinvolti, dalla Regione ai Comuni e alle Pro-loco. C’è dunque in tutti grande voglia di far conoscere i tesori casertani”. Apprezzamento è stato espresso infine dai sindaci, che hanno definito l’iniziativa “un’ottima vetrina per il territorio, capace di promuovere anche l’imprenditoria agricola”.
 
LE TAPPE DEL PROGETTO
 
FERROVIA DELL’ARTE E DEI SAPORI
 
22 GIUGNO: Castel Campagnano
 
29 GIUGNO: Pontelatone – Castel di Sasso
 
27 LUGLIO: Ruviano
 
24 AGOSTO: Letino – Gallo Matese
 
21 SETTEMBRE. Piedimonte Matese – Alife
 
26 OTTOBRE: Caiazzo – Alvignano
 
PER BORGHI E CASTELLI
 
6 LUGLIO: Vairano Patenora – Pietravairano – Roccaromana
 
7 SETTEMBRE: San Pietro Infine – Mignano Montelungo
 
14 SETTEMBRE: Prata Sannita – Fontegreca
 
28 SETTEMBRE: Ciorlano – Raviscanina
 
12 OTTOBRE: Rocca d’Evandro – Tora e Piccilli
 

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©