Cultura e tempo libero / Eventi

Commenta Stampa

A Settembre le selezioni ai test di ingresso

UPAM di Pompei - Intervista a Ina Perna - direttore artistico dell'Università Popolare Arte e Musical


UPAM di Pompei - Intervista a Ina Perna - direttore artistico dell'Università Popolare Arte e Musical
06/09/2011, 08:09

Senza un sogno non può nascere un’idea. Senza un’idea non può nascere un progetto. Senza un progetto non possiamo cambiare la realtà. Solo chi sogna può vincere.

Ina Perna, insegnante di danza classica e coreografa, che vanta una lunga carriera professionale e che ha lavorato, fra l’altro, anche presso l’Istituto Addestramento Lavoratori dello Spettacolo - I.A.L.S. di Roma, ha ideato l’Università Popolare dell’Arte e del Musical. La direttrice artistica dell’Università ha un sogno molto ambizioso: trasferire la sua passione per la danza agli iscritti universitari e inserendoli, al termine del loro percorso di studi,  nel mondo del lavoro.

Il coraggio di sfidare la crisi economica si coniuga con la passione per il proprio lavoro, da parte di chi ha dentro di sé, il sacro fuoco dell’Arte. L’impegno, il talento, la tenacia, si sa, sono il motore che realizza e concretizza le idee.

Che cos’è il musical?

“Il musical è una fuoriuscita di emozioni. Caratteristica fondamentale del musical, è la presenza di un artista completo a 360°, capace di sfruttare le proprie doti naturali nella danza, nel canto e contemporaneamente nella recitazione, e soprattutto in possesso di tutti gli strumenti necessari per occuparsi personalmente del proprio livello artistico e tecnico.

Come è nata l’idea di creare l’U.P.A.M.?

“Sono stata Tutor presso la “Scuola di Musical” di San Benedetto del Tronto, dove ho incontrato Ermanno Croce, docente di recitazione e di emozioni. Da quella esperienza ho deciso di fondare l’Università Popolare dell’Arte e del Musical a Pompei”.

Quali concorrenti teme di avere?

“Siamo unici in Campania, perché ho una grande ambizione per coloro che frequenteranno i corsi di laurea. A fine anno saranno date delle borse di studio ai giovani in modo da farli inserire nelle compagnie estere”.

Quali ha in mente?

“Penso alla Compagnia di Broadway, a New York. Ho in mente di creare anche una nostra compagnia”.

Che cosa è per lei l’UPAM?

“E’ l’Università dell’amore nel senso di trasmissione di gioia. Noi vogliamo dare una certezza ai giovani: un contratto di lavoro al termine degli studi”.

Dove realizzerete i corsi?

“Abbiamo a disposizione la palestra e tre aule del Liceo linguistico Panza di via Sacra a Pompei che stiamo modificando in base alle nuove esigenze”.

Sono stati stanziati dei fondi regionali per la realizzazione di questo ambizioso progetto?

Per il primo anno non avremo l’accesso ai fondi regionali. Dal secondo anno, avremo la parificazione.

Quali costi dovranno affrontare i fuori sede?

Ogni corso ha un costo dilazionabile in tre rate, in più offriamo gratuitamente tre livelli di corso di lingua inglese riconosciuto dal Trinity College London. Inoltre, ogni iscritto, ad esempio al corso di recitazione, può partecipare come uditore a quello di musical e viceversa. Infine, daremo una certificazione universitaria regolarmente riconosciuta. Poi, è prevista una convenzione con l’A.D.A.P., l’Associazione Albergatori Pompeiani.

 

Luigi De Maio è il presidente dell’U.P.A.M, Ina Perna è la vice presidente, il segretario è Valerio De Maio e il consigliere Claudio Treré. Il direttivo dell’università crede fortemente nell’espansione, a livello nazionale, della cultura attraverso l’arte del musical e della recitazione. A Pompei, a novembre inizieranno i corsi di laurea in recitazione e musical presso l’Università Popolare Arte e Musica con il riconoscimento del C.N.U.P.I – Confederazione Nazionale Università Popolari Italiane.

A settembre sono previsti i test d’ingresso per 100 posti disponibili, per il primo anno. I corsi prevedono obbligatoriamente quello di primo soccorso e il Trinity, quest’ultimo per perfezionare la lingua inglese e che è rivolto agli iscritti del corso di laurea in musical. In più, l’allievo che si è iscritto ad un corso, potrà frequentarne un altro come uditore.

 

Il corpo docenti è composto da attori e coreografo quali: Ernesto Mahieux, Eugenio De Vincenti, Antonio Addati, Lino Vaireti, Gianni Sallustro, Luciano Nini, Gerardo De Rosa, Robert Strajner, Peppe Coppola, Vinicio Macinini, Mariella Ciaravola, Luc Bouy, Ermanno Croce, Angela Salzano, Gennaro Piccirillo e Mario Treré.

Le finalità dell’U.P.A.M. sono quelle di offrire ai cittadini, di tutte le età, un servizio di crescita culturale svolgendo corsi relativi ai più diversi argomenti; agevolare la formazione e la preparazione specialistica di chi intende inserirsi e qualificarsi nel mondo del lavoro.

“Esperto di organizzazione, progetti ed eventi nel settore dello spettacolo”è il primo corso previsto, finanziato dalla Regione Campania, di 600 ore, che partirà a breve. La domanda di iscrizione si può scaricare dal sito www.upamarte.it.

 

 

Commenta Stampa
di Rossella Saluzzo
Riproduzione riservata ©