Cultura e tempo libero / Teatro

Commenta Stampa

'Uscita di emergenza' al Piccolo Bellini dal 7 novembre


'Uscita di emergenza' al Piccolo Bellini dal 7 novembre
04/11/2013, 16:28

NAPOLI - Cirillo e Pacebbene sono i protagonisti di "Uscita d'emergenza", la più celebre tra le commedie di Manlio Santanelli. La loro storia è fatta di rievocazioni di amori mai avuti, impegno per lavori non portati a termine, l'inconscia paura del terremoto, e si articola in un dialogo pieno di menzogne e offese.
“…..E’ la storia di Cirillo e Pacebbene, che per motivi differenti si sono ritrovati soli, senza casa ed hanno deciso di andare a vivere in un quartiere di Napoli completamente disabitato perché colpito dal terremoto. Queste due persone “instabili” metaforicamente parlando, malate di bradisismo al loro interno, continuano a punzecchiarsi, a spiarsi, in un gioco morboso e massacrante. Lontano dalla napolitanità di cartolina, i personaggi sono carichi di umanità dolente, fisicità, carnalità, imbevuti di rabbia e candore, di violenze ed innocenza; rapporto di comicità e latente omosessualità. Messi a dura prova da un’esistenza che ha lasciato loro soltanto l’amoroso sapore della memoria, essi non sono in grado di esprimere altra volontà se non quella di spostarsi su e giù per l’unica stanza che costituisce il loro covo in una smania di emigrare che, però, non li porta mai oltre la soglia di casa. Minacce, sospetti reciproci, equivoci e travestimenti costituiscono ormai il loro tragico e a un tempo clowenesco sistema di affrontare il vuoto quotidiano. 

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©