Cultura e tempo libero / Cultura

Commenta Stampa

VA A FRANCESCO SCALABRINO IL PENISOLA SORRENTINA OPERA PRIMA


VA  A FRANCESCO SCALABRINO IL PENISOLA SORRENTINA OPERA PRIMA
20/10/2008, 12:10

Va a FRANCESCO SCALABRINO per CATTIVI PENSIERI il PREMIO PENISOLA SORRENTINA OPERA PRIMA.
Fra gli altri premiati nomi di prestigio come quelli di Eugenio Bennato (musica), Andrea Pamparana (giornalismo), Paolo Ruffilli (poesia e critica letteraria), Roberto Vecchioni (Poesia e musica). Giunto alla sua tredicesima edizione il Premio Penisola Sorrentina Arturo Esposito è un’importante onorificenza, ma anche un festival di cultura e spettacolo promosso con il patrocinio del Senato e della Presidenza del Consiglio dei Ministri con la direzione artistica di Mario Esposito. La consegna dei riconoscimenti si svolgerà sabato 25 ottobre alle ore 19.30 a Villa Fondi di Piano di Sorrento. Presidente del premio è il Vice Direttore del Corriere della Sera Magdi Allam. Le Giurie sono state coordinate da Edoardo Sanguineti per la letteratura, Vittorio Squillante e Geppino Afeltra per lo spettacolo. Il premio è stato assegnato nelle passate edizioni a Giancarlo Giannini, Fred Murray Abraham, Bianca Guaccero, Gino Paoli e tanti altre star della tv e dello spettacolo.
In uscita in questi giorni CATTIVI PENSIERI: il racconto di un viaggio lungo un percorso umano e musicale consumato sui respiri di concerti, prove, concorsi, ascolti. A firmarlo FRANCESCO SCALABRINO, una delle più interessanti promesse della musica cantautoriale italiana, già scoperta di Demo, la trasmissione acchiappatalenti di Radio 1 ideata e condotta da Pergolani e Marengo, nonché premio Biella Festival 2006.
Undici canzoni tra poesia e ritmi sfiorati di una cultura di pratica e d’ascolto molto vasta, per raccontare dolori, emozioni, buoni e cattivi pensieri di una generazione artistica e non solo che non si accontenta più della banalità.
Un lavoro raffinato, senza dimenticare di toccare le viscere e il cuore; crudele e appassionato, delicato e a volte visionario.
Dal ritmo quasi antico di Cattivi pensieri, che dà il titolo al CD, al sogno espresso a mezza bocca di Di là dal mare, già vincitore del Biella Festival 2006; dalla ricerca di una “sistemazione” nell’albergo sempre affollato del cuore in Il posto per me; all’andamento di tango di Tutta la notte così. E ancora: dalla fuga onirica di America, ai colori magici della nascita di un amore in Le nuvole e della sua contemplazione in Buonanotte Francesca, all’affondo spietato nei paradigmi dell’amore di Declinazione.
Il lavoro sarà ufficialmente presentato alla stampa ed al pubblico il 30 novembre al MEI di Faenza, il Meeting delle Etichette Indipendenti.

 

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©