Cultura e tempo libero / Musica

Commenta Stampa

Il Rocker lancia un messaggio sulla sua pagina fb

Vasco Rossi contro le droghe:"Da evitare ma non criminalizziamo chi le usa"


Vasco Rossi contro le droghe:'Da evitare ma non criminalizziamo chi le usa'
15/08/2011, 13:08

Oramai intimamente collegato con la propria, frequentatissima pagina fan di facebook e reduce da una polemica abbastanza lunga (e sterile) con Luciano Ligabue, Vasco Rossi non va in vacanza e decide di rialasciare altre dichiarazioni su un tema decisamente caldo: le droghe.
Il noto rocker, difatti, ha voluto rivolgere un messaggio ferragostano ai suoi giovani fan ed alle future generazioni:"La droga e in generale tutte le sostanze stupefacenti, farmaci compresi, sono pericolosi, comportano devastanti effetti collaterali e sono assolutamente da evitare. Questo non significa che si debba criminalizzare, perseguitare chi ne fa uso. Si deve condannare il peccato, non il peccatore".
Insomma: ovvietà miste a spirito giustificatorio e libertino che, nel giro di un'ora, hanno prodotto circa 800 commenti da parte degli iscritti alla pagina fan del cantante. Diverse le reazioni positive, ma presenti anche numerosi commenti che mostrano perplessità e disaccordo. Se non altro perchè, poco prima, il Blasco aveva lanciato un altro messaggio:"Chi sostiene il proibizionismo sostiene (di fatto) gli interessi della mafia e della malavita. L'unica politica seria contro la droga è quella definita Riduzione dei danni. Questo è l'unico approccio realistico".
Banalità per banalità, è evidente che il rocker abbia compreso il "potere di rimbalzo" del social network più seguito al mondo. Per questo, evidentamente ed in osservaza del "bene o male purchè se ne parli", l'artista non si cura di pubblicare riflessioni quasi grottesche che da un lato descrivono in termini poco lusinghieri le droghe e, dall'altro, invocano la massima indulgenza verso chi ne fa uso e le diffonde (spaccia).

Commenta Stampa
di Germano Milite
Riproduzione riservata ©