Cultura e tempo libero / Eventi

Commenta Stampa

Ventennale via D’Amelio. A Sorrento un incontro sull'eredità di Paolo Borsellino


Ventennale via D’Amelio. A Sorrento un incontro sull'eredità di Paolo Borsellino
13/07/2012, 12:07

Giovedì 19 luglio, alle ore 20 e trenta, presso il Bastione di Parsano, a Sorrento, si terrà un incontro dal titolo “Ventennale dalla strage di Via D’Amelio. Cosa resta dei valori e dell’esempio di Paolo Borsellino”.
L’iniziativa è promossa dall’assessorato alle Pari Opportunità del Comune di Sorrento in collaborazione con numerose associazioni.
Dopo i saluti delle autorità e i rappresentanti delle istituzioni, saranno proiettati dei contributi video. Rosario Di Nota leggerà poi alcuni brani tratti da interventi del giudice Borsellino. Previsto l'intervento di Manuela Mazzi, per anni magistrato alla Procura della Repubblica di Napoli, dove ha condotto inchieste di punta contro numerosi clan camorristici. E’ stata in seguito pubblico ministero degli Affari civili presso il Tribunale di Napoli. Toscana di nascita e napoletana di adozione, Mazzi è intervenuta a numerosi convegni e dibattiti nei quali ha svolto relazioni di particolare interesse specialmente sul fronte dei reati contro la pubblica amministrazione e delle tecniche di prevenzione e repressione del riciclaggio.
Seguirà alle ore 21,15 il concerto "Musiche migranti”, a cura della Società Concerti Sorrento, un suggestivo racconto tra parole e musica con la partecipazione di Roberto Mattioni (voce, chitarra classica, chitarra battente e percussioni) Alberto Poli (violino) Alessandro Famiani (fisarmonica).
"Questa nuovo evento prosegue sul cammino tracciato dall'amministrazione, per il recupero dei valori della legalità e della trasparenza contro tutti i poteri criminali - spiega l'assessore alle Pari Opportunità del Comune di Sorrento, Maria Teresa De Angelis - Siamo convinti che sia dovere delle istituzioni non abbassare mai la guardia e promuovere quante più occasioni di confronto per stimolare riflessioni e iniziative, soprattutto nei giovani".

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©