Cultura e tempo libero / Cultura

Commenta Stampa

Mercoledì 18 marzo a Palazzo Du Mesnil

Vera Lucia de Oliveira a Napoli


Vera Lucia de Oliveira a Napoli
17/03/2009, 17:03

Dopo il grande successo del reading con Manuel Alegre, sarà una poetessa brasiliana che scrive sia in portoghese che in italiano la protagonista del secondo incontro di poesia organizzato dall’associazione Kolibrì a Palazzo Du Mesnil, prestigiosa sede del rettorato dell’Orientale, in via Chiatamone a Napoli. L’appuntamento è alle ore 17.00 di domani, mercoledì 18 marzo 2009, con Vera Lucia de Oliveira: scrittrice, traduttrice e docente universitaria alla Facoltà di Lettere dell’Università degli Studi di Perugia, che ha ricevuto numerosi riconoscimenti come poetessa sia in Italia che all’estero, ed è presente in antologie poetiche italiane e straniere.
Per il reading di domani, curato dalla lusitanista Maria Luisa Cusati, sono state selezionate poesie dai libri Geografia d’ombra (1989), Pedaços / Pezzi (1992), Tempo de doer / Tempo di soffrire (1998), Uccelli convulsi (2001), A chuva nos ruídos - Antologia Poética (2003), No coração da boca / Nel cuore della parola (2003). Molte delle poesie sono state scritte in portoghese e tradotte dall’autrice in italiano. Con questo appuntamento si chiude il primo ciclo di eventi organizzato dall’associazione culturale Kolibrì in collaborazione con il Rettorato dell’università L’Orientale, la cattedra di Letterature di espressione portoghese, il Consolato del Portogallo a Napoli e l’Instituto Camões, nell’ambito della mostra “Ritmi portoghesi: frammenti dell’illustrazione e della poesia lusitana”, la rassegna di illustratori, libri per ragazzi e poeti significativi della cultura contemporanea del Portogallo che fino al 26 marzo è aperta a Castel dell’Ovo, per l’edizione 2009 del progetto “Girogirotondo, cambia il mondo”, sul tema: “Poesia, che magia!”. La rassegna, che proseguirà dopo Pasqua con la seconda tappa al Pan con le mostre e gli incontri di “Versi…diversi”, ha il patrocinio del Comune e della Provincia di Napoli, della Regione Campania, dell’Ufficio Scolastico Regionale per la Campania, dell’Unione Industriali di Napoli, e si avvale in questa prima tappa del sostegno di Fondazione Banco di Napoli per l’Assistenza all’Infanzia, Assessorato all’Istruzione della Regione Campania, L’Espresso Napoletano-Rogiosi Editore, Instituto Camões, Soroptimist International.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©