Cultura e tempo libero / Cultura

Commenta Stampa

Vernissage mostra "NAPOLI...SEGNI PARTICOLARI" di Alessandro Narciso


Vernissage mostra 'NAPOLI...SEGNI PARTICOLARI' di Alessandro Narciso
13/04/2011, 16:04

NAPOLI…SEGNI PARTICOLARI è il titolo della nuova mostra protagonista de L’ARTERITIVO di Francesca Maione! Torna puntuale l’appuntamento curato dall’architetto e designer di interni Francesca Maione, ospitato negli spazi del suo EIDOSTUDIO di Napoli. Come ogni terzo venerdì del mese, lo space della Maione [in Via Ferrigni, nel quartiere Chiaja] ospita una mostra personale e una degustazione di aperitivi d’autore.

Il nuovo appuntamento è per VENERDÌ 15 APRILE 2011 (DALLE ORE 19.00 ALLE ORE 21.00) con il vernissage di apertura della mostra NAPOLI…SEGNI PARTICOLARI di ALESSANDRO NARCISO.


Alessandro Narciso nasce a Napoli nel 1966: esperto di comunicazione digitale, Narciso realizza la rivista nP Magazine, un magazine che racconta di moda, lifestyle, arte e design e che gli ha permesso – nel corso degli anni – di incontrare diversi artisti e designer italiani e stranieri, di conoscerli e farsi conoscere.

La sua passione per l’arte contemporanea e per il design lo ha spinto ad avvicinarsi da autodidatta al mondo della pittura, realtà in cui sperimenta un gusto personale del tutto originale.
Con NAPOLI…SEGNI PARTICOLARI, Alessandro Narciso mette su tela quelli che ritiene essere i particolari che caratterizzano la sua città, Napoli: sono segni che nei secoli sono stati prodotti dagli uomini o dalla natura e che da sempre identificano nel mondo e nella memoria della gente la città di Napoli. Il risultato sulla tela è una visione astratta – sia nei colori che nelle forme – di un percorso fatto di particolari del folklore e della superstizione popolare, e di punti-chiave della città.




Il vernissage di venerdì 15 aprile 2011 sarà accompagnato dalle note del cantautore Marco Francini (chitarra e voce) e Edo Puccini (chitarra e mandolino): un live-set interamente dedicato alle canzoni che sono entrate nella leggenda della musica napoletana, dal XIX secolo ad oggi.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©