Cultura e tempo libero / Eventi

Commenta Stampa

Verso la realizzazione del progetto I Panieri della Filiera Corta Partenopea


Verso la realizzazione del progetto I Panieri della Filiera Corta Partenopea
09/01/2012, 09:01

Le feste sono finite, ma l' appuntamento con il mangiare sano e buono della Provincia di Napoli, è sempre vivo. Protagonisti tantissimi prodotti freschi e di qualità presentati e venduti direttamente da contadini e produttori. I prodotti esposti rappresentavano il meglio della produzione tipica e di qualità di alcuni territori campani, il Carciofo Bianco di Pertosa, il Fagiolo Cannellino dente di morto di Acerra, la Papaccella Napoletana, il Pomodoro San Marzano e la Cicerchia flegrea. L’iniziativa di mercato, ha dato la possibilità di acquistare direttamente dai produttori alcune eccellenze agroalimentari del territorio, che raccontano e testimoniano efficacemente l’importanza del tema della tutela della biodiversità nell’ambito del progetto Filiera Corta Partenopea, che appena le condizioni istituzionali c’è lo consentiranno, realizzeremo come Provincia di Napoli. Prodotti da portare a casa per preparare ricette doc, con i produttori che accoglieranno consumatori, curiosi e appassionati di buon cibo. Tra i banchi sarà possibile trovare ortaggi biologici, latte crudo, mozzarelle, yogurt , formaggi e pani a lievitazione naturale. Salumi prodotti secondo le tradizioni centenarie. Vini del territorio. Miele biologico, marmellate, confetture e composte, altre leccornie, oli e legumi. Cosi il Rappresentante della Consulta Nazionale dell’Agricoltura, Rosario Lopa, a margine dell’iniziativa: Verso il Mercato della Terra dei Campi Flegrei, realizzato da Slow Food Campi Flegrei, il Comune di Bacoli e l’Ente Parco Regionale dei Campi Flegrei organizzano, per il primo fine settimana del 2012. Dobbiamo guardare con sempre più attenzione, ha proseguito l’esponente dell’Agricoltura, ad una reale rete regionale per la valorizzazione di prodotti agricoli Campani, dove far trovare sui banchi dei contadini, ai consumatori, prodotti locali di stagione, presentati e venduti dalle aziende del territorio:
frutta e verdura, uova, olio, latte e formaggi, salumi e carni di animali allevati nella nostra provincia, miele e prodotti dell'alveare ed erbe aromatiche.Realizzare, sottolinea Lopa, luoghi dove fare la spesa, incontrarsi, conoscersi, mangiare in compagnia; dove trovare cibi e vini buoni per il palato, puliti per l’ambiente e giusti per la società, dove i produttori partenopei presentano prodotti di qualità direttamente ai consumatori, a prezzi giusti e garantendo metodi di produzione sostenibili per l'ambiente, preservano la cultura alimentare delle comunità locali e contribuiscono a difendere la biodiversità.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©