Cultura e tempo libero / Eventi

Commenta Stampa

“Viaggio nella Primavera …e non solo”: l'evento di spicco della lirica


“Viaggio nella Primavera …e non solo”: l'evento di spicco della lirica
08/05/2010, 18:05

A un parterre delle grandi occasioni è stato presentato ieri sera a Napoli nelle sale del cinquentesco Palazzo Ricca che un tempo ospitava il Sacro Monte del Banco dei Poveri, oggi sede raffinata dell’Istituto Banco di Napoli – Fondazione, l’evento culturale di spicco della stagione “Viaggio nella Primavera e…non solo” promosso dal comune di Capri e dalla regione Campania. L’evento si avvale della direzione artistica del Capri Opera Festival e prevede una raffinata rassegna di musica lirica che a partire dal 15 maggio vedrà l’isola azzurra trasformarsi in un grande palcoscenico all’aperto dove si esibiranno artisti emergenti e nomi famosi ed apprezzati della musica lirica internazionale. La scelta di presentare a Napoli la kermesse artistica si è rivelata vincente. Un orgoglio espresso nella dichiarazione che l’assessore alla cultura del comune di Capri Marino Lembo ha rilasciato al termine della trasferta napoletana. “Vogliamo puntare sempre più al binomio Capri cultura per avviare – ha detto Marino Lembo – quelle scelte politiche che oggi si stanno rivelando vincenti”. E di cultura ieri sera nella sala conferenze di Palazzo Ricca si è parlato diffusamente. A entrare nel clou dell’evento è stato Aldo Pace, il direttore generale della Istituto Banco di Napoli-Fondazione che ha apprezzato l’opera meritoria dei direttori artistici delle giornate liriche capresi, Barbara Mustilli e il Maestro Pasquale Amato, ai quali è stato affidato il compito di rivelare gli appuntamenti lirici che a partire dal 15 maggio e fino al 19 giugno si terranno sull’isola, nella straordinaria trecentesca Certosa di San Giacomo, sottolineando nel suo intervento che “la musica e in particolare la musica lirica rappresenta la parte importante della cultura italiana e napoletana. Un pezzo di storia che ha visto la nostra città protagonista e culla dei massimi geni della musica classica”. Apprezzato è stato anche l’intervento musicale dei Maestri Mariarosa Marchi e Giacomo Serra, che al clavicembalo hanno accompagnato il soprano Ilaria Jaquinta in un omaggio a Pergolesi. Al responsabile dell’archivio Dott. Nappi è stato affidato il compito di introdurre gli ospiti negli archivi della Fondazione dove sono conservati i segreti del Banco e della storia di Napoli e del Mezzogiorno, racchiusi in oltre 3000 volumi storici. Un viaggio a ritroso che ha suscitato un enorme entusiasmo tra gli oltre cento ospiti esclusivi che hanno partecipato alla serata. E tra questi un nutrito gruppo di diplomatici, in rappresentanza delle nazioni degli artisti stranieri che arriveranno a Capri per partecipare al concorso. Dal console generale dell’Ucraina a Napoli Volodymir Karacentsev al console del Canada Marinella De Nigris Siniscalchi al discendente di una delle famiglie più aristocratiche dell’ India Santi Choudhary arrivato per l’occasione da Jaipur. E in conclusione, dopo il viaggio a ritroso nella storia attraverso la visita degli archivi, anche un tuffo gastronomico nel passato, con un menù ispirato al ‘700 con gli assaggi di piatti elaborati dalla gourmet Anna Fierro, che ha proposto “la cucina di Re Ferdinando” con assaggi di sartù di riso e gateau di patate, e “la cucina del popolo”, con polipetti in cassuola e provoline e quella più povera di tutte, l’insalata di polipetti. Il brindisi finale è stato affidato alle Falanghine ed Aglianico di Benevento delle cantine Mustilli. In conclusione, i direttori artistici hanno dato agli ospiti appuntamento a Capri, alla kermesse di maggio e giugno dove è stato invitato come special guest uno dei miti viventi della musica lirica, il tenore Placido Domingo che ha ricevuto l’invito personale del sindaco di Capri Ciro Lembo.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©