Cultura e tempo libero / Spettacolo

Commenta Stampa

A ritirarlo, una Mondaini commossa

Vianello: premio alla memoria dalla Provincia di Milano


Vianello: premio alla memoria dalla Provincia di Milano
14/05/2010, 21:05

MILANO - Una Sandra Mondaini visibilmente commossa ha ritirato venerdì mattina il premio Isimbardi alla memoria conferito dalla Provincia di Milano al marito Raimondo Vianello scomparso circa un mese fa. La Mondaini è arrivata alla cerimonia accompagnata dal nipote minore Raimond, ed è parsa visibilmente provata e sofferente. Lungamente applaudita, ha poi lasciato in anticipo la cerimonia scusandosi con i presenti: ''Non ce la faccio più" ha detto.
Prima della consegna dei premi, Sandra è stata salutata dal cardinale di Milano Dionigi Tettamanzi, che le ha stretto le mani, rimarcandole la sua vicinanza. Quando sono state lette le motivazioni del premio e sono state ripercorse le tappe della carriera del marito, è scoppiata in lacrime. Una volta ricevuta la targa dalle mani del presidente della Provincia, Guido Podestà, la Mondaini ha trovato la forza di ringraziare, aggiungendo con un po' di ironia: "Io non posso parlare perché ogni parola, come si dice a Milano, sarebbe una frignata".
A quel punto ha preso la parola il nipote Raimond, il quale parlando a nome di Sandra ha detto "voleva fare sapere che lei non è una vedova speciale, ma una vedova come tutte le altre". "E ce ne sono tante - ha aggiunto la Mondaini, riprendendo la parola - che sono rimaste vedove per fatti più seri, piu' pericolosi, per difenderci: mi riferisco all'arma dei Carabinieri che io tanto amo".

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©