Cultura e tempo libero / Eventi

Commenta Stampa

Vico Equense alla XVI edizione della BMT. Dal 30 marzo al 1° aprile a Napoli


Vico Equense alla XVI edizione della BMT. Dal 30 marzo al 1° aprile a Napoli
31/03/2012, 08:03

Vico Equense - “Un’altra opportunità, dopo la tappa alla BIT di Milano, per promuovere il territorio. Vetrine internazionali servono a far conoscere i nostri territori agli operatori del settore turistico di tutto il mondo. Chi sceglierà Vico Equense come meta per le proprie vacanze scoprirà le enormi potenzialità naturalistiche, culturali e gastronomiche che solo luoghi unici come il nostro possiedono. La presenza alla BMT del Comune di Vico Equense, testimonia l’impegno che stiamo infondendo per lo sviluppo turistico e la promozione del nostro territorio. L'obiettivo che ci poniamo è lo sviluppo e la riqualificazione dell’offerta turistica attraverso azioni di potenziamento e di tutela delle eccellenze e del patrimonio della nostra città.”. Con queste parole il Sindaco, Gennaro Cinque, ha commentato la partecipazione della Città di Vico Equense alla XVI edizione della manifestazione fieristica B.M.T. (Borsa Mediterranea del Turismo) in programma a Napoli da oggi 30 marzo e fino a domenica 1° aprile, nei padiglioni della Mostra d’Oltremare. Un punto d’incontro prezioso per tutti gli operatori del settore turistico, nazionali e internazionali, che operano nel bacino del Mediterraneo. L'evento offre numerosi convegni e workshop su temi d’interesse e ha l'obiettivo di far allacciare nuovi rapporti commerciali. Basti pensare che nell’Area Incoming, quella dedicata appunto alle aziende che porteranno poi sul territorio i turisti di tutto il mondo, anche quest’anno sono attesi oltre 200 buyers stranieri, 400 operatori ricettivisti italiani ed i maggiori decision maker del settore che incontreranno i responsabili delle regioni italiane, i direttori delle catene alberghiere, hotel e villaggi. Presenti in fiera anche numerosi operatori ed Enti di Paesi che si affacciano sul Mar Mediterraneo, dall’Egitto alla Tunisia, da Israele alla Grecia, dalla Turchia a Francia e Spagna. Ad avviare la tre giorni di lavori è stata la conferenza stampa di apertura dove i rappresentanti delle istituzioni locali e nazionali si sono confrontati sulle politiche di sistema e sugli strumenti da scegliere per valorizzare i territori e favorire l'incremento dei flussi turistici.”Puntiamo – aggiunge il Primo cittadino - a sviluppare, nei prossimi anni, due settori: quello del turismo e della gastronomia che in questo territorio rapresentano un connubio ideale. Nella zona collinare, la lavorazione dei formaggi, come il Provolone del Monaco e tutte le varianti del “fiordilatte”, i cui segreti si tramandano di padre in figlio, sono un intreccio di tradizioni antiche e di passioni mai spente che conquistano il visitatore. Vico Equense è, inoltre la città di quattro chef che hanno ottenuto importanti riconoscimenti gastronomici, che ne fanno il comune italiano con la massima concentrazione di eccellenze riconosciute della famosa e accreditata guida Michelin. La buona tavola – conclude il Sindaco Gennaro Cinque - è diventata una risorsa preziosa per il turismo, da sempre una delle voci più rilevanti della nostra economia, il nostro intento è di promuoverla, insieme alle bellezze naturali e artistiche di cui disponiamo”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©