Cultura e tempo libero / Eventi

Commenta Stampa

Vico Equense, inaugurazione La fabbrica delle idee


Vico Equense, inaugurazione La fabbrica delle idee
11/02/2011, 16:02

Interagire con i cittadini sviluppando, insieme a loro, progetti per migliorare il paese all’insegna dell’eco friendly e rendere Vico Equense la città dei ragazzi, del turismo sostenibile, del gusto, dell’arte e della cultura. Questo l’obiettivo della “Fabbrica delle idee” che sabato 12, alle ore 18, aprirà i battenti. Ad inaugurare la sede di via San Ciro, 6, sarà una conferenza in cui verranno illustrate le aree tematiche sulle quali sta lavorando il movimento “In direzione ostinata e contraria” e le modalità attraverso cui i cittadini potranno formulare le loro proposte.
“E’ nostra intenzione creare un dialogo con la popolazione – spiega l’avvocato Aldo Starace, candidato a sindaco alle prossime elezioni amministrative di Vico Equense – per raccogliere suggerimenti e decidere insieme. Vico Equense ha tutte le carte per volare alto, unitamente ai comuni della costiera sorrentina e amalfitana, a Capri, Pompei, Ercolano. Noi lavoreremo per dimostrare che non si tratta di un sogno irrealizzabile, bensì di un progetto concreto e attuabile.”
A studiare le esigenze della cittadinanza, strutturando relative soluzioni e piani di sviluppo, è il gruppo “In direzione ostinata e contraria”, che sta raccogliendo un numero di adesioni sempre maggiore. “Il ‘movimento’ è nato con l’obiettivo di introdurre un modo diverso di amministrare la macchina comunale – continua Aldo Starace - in stretto rapporto con i cittadini. La forte motivazione che ha spinto questi ragazzi a scendere in campo ha rappresentato un traino per molte altre persone, stanche delle illegalità, delle ingiustizie, del mal governo, che si sono unite al gruppo dicendo no al vecchio sistema di potere. Invitiamo tutti i cittadini ad entrare a far parte della nostra ‘fabbrica delle idee’, e ad impegnarsi, insieme a noi, per cambiare la città restando a Vico”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©

Correlati