Cultura e tempo libero / Musica

Commenta Stampa

Vico Jazz Festival, al via l’undicesima edizione


Vico Jazz Festival, al via l’undicesima edizione
23/07/2011, 10:07

Vico Equense - Francesco Cafiso apre l’undicesima edizione del “Vico Jazz Festival”, una manifestazione organizzata dal Comune di Vico Equense. Mercoledì 27 luglio 2011, ore 21, il ventiduenne, considerato il “fenomeno” del sax, un enfant prodige, salirà sul palco allestito nel chiostro della SS. Trinità e Paradiso con Andrea Pozza (pianoforte), Marco Micheli (contrabasso) e Francesco Sotgiu (batteria). Il quartetto proporrà un viaggio avventuroso ed entusiasmante attraverso la rilettura degli standards più belli della tradizione jazzistica americana. Francesco Cafiso, classe 1989, è uno dei talenti più precoci nella storia del jazz: già a nove anni muove i primi passi con musicisti di fama internazionale. Decisivo per la sua carriera è l’incontro, nel 2002, con Wynton Marsalis, che, colpito dalle sue qualità, lo porta con sé nell’European tour del 2003. Da allora, Francesco ha suonato nei festival jazz più importanti del mondo e ha vinto i premi più prestigiosi. Nel 2005 Swing Journal, l’autorevole pubblicazione giapponese di jazz, gli ha conferito il New Star Award e subito dopo si è affermato nel Top Jazz della rivista italiana Musica Jazz come miglior nuovo talento dell’anno. Ha suonato con grandi maestri come Hank Jones, Cedar Walton, Dave Brubeck, Mulgrew Miller, Ronnie Mathews, Jimmy Cobb, Ben Riley, Ray Drummond, Reggie Johnson, Lewis Nash, James Williams, Joe Lovano, George Mraz, Joe Locke, Adam Nussbaum, Enrico Rava, Gianni Basso, Dado Moroni, Franco D’Andrea, Franco Cerri e altri. Il 19 gennaio del 2009 ha suonato a Washington D.C. durante i festeggiamenti in onore del Presidente Barack Obama e del Martin Luther King Jr. Day. Nel 2009, Umbria Jazz lo ha nominato “ambasciatore della musica jazz italiana nel mondo”.
Il festival jazz della Città di Vico Equense si conferma, anno dopo anno, come uno degli appuntamenti da non perdere, non solo per coloro che amano il jazz ma per quanti desiderano ascoltare musica di qualità e trascorrere una splendida serata, immersi nella suggestiva atmosfera del chiostro della Santissima Trinità.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©