Cultura e tempo libero / Eventi

Commenta Stampa

Villa San Michele tra i finalisti del concorso “Il Parco più bello d'Italia”


Villa San Michele tra i finalisti del concorso “Il Parco più bello d'Italia”
10/05/2011, 13:05

Anche per il 2011 il giardino di Villa San Michele, meravigliosa residenza del medico e scrittore Axel Munthe, oggi sede delle istituzioni svedesi a Capri, è stato inserito tra i finalisti del concorso “Il Parco più bello d'Italia”, tra i quali verrà selezionato il vincitore entro l'estate.

Un prestigioso riconoscimento, quello di entrare nell'ambita top ten, già ottenuto l'ultima volta nel 2009.

Il giardino di Villa San Michele giace nascosto, come un segreto impenetrabile, tra alte mura bianche, simile a un luogo segreto rinascimentale, accessibile unicamente a una cerchia privilegiata. Anche dall’esterno è possibile ammirare le bianche colonne che sostengono il lungo pergolato o la cappella con la leggendaria sfinge che sorveglia la natura circostante. Ovunque sono incastonati vasi, anfore e oggetti dal valore artistico e a secondo delle stagioni fioriscono a turno particolari varietà di fiori e centinaia di piante. Dappertutto sono disposte bordure di cinerarie, viole e petunie e gruppi di azalee, ortensie e magnolie. Fra le piante arboree troviamo varie specie di pini e palme, cedri e un antico tipo di Melaleuca armillaris. Esiste anche un esemplare di granata rupicola Kochia saxicola che cresce spontaneamente sull'isola azzurra e che, fatta eccezione per alcuni rari casi, è estinta nel resto del mondo. Grazie alla sua posizione e alla sua tipicità, il giardino si mantiene sempre fresco e verde tutto l'anno.

I dieci Parchi Più Belli d'Italia 2011, finalisti della nona edizione del concorso “Il Parco Più Bello”, sono stati selezionati da sette membri tra i più riconosciuti a livello nazionale e internazionale come esperti e specialisti del settore. Ecco la giuria del concorso: Vincenzo Cazzato (presidente, per anni coordinatore del Comitato ministeriale per lo studio e la conservazione dei giardini storici), Alberta Campitelli (Dirigente dell’Ufficio Ville e Parchi Storici della Sovrintendenza ai Beni Culturali del Comune di Roma), Marcello Fagiolo (Presidente del Comitato nazionale per lo studio e la conservazione dei giardini storici), Ines Romitti (architetto paesaggista), Rossella Sleiter (giornalista, collaboratrice per anni di “Linea Verde”, responsabile della rubrica dedicata ai giardini de “Il Venerdì di Repubblica”), Luigi Zangheri (Presidente del Comitato scientifico internazionale per i paesaggi culturali ICOMOS-IFLA e Segretario generale dell’Accademia delle Arti del Disegno di Firenze), Margherita Azzi Visentini (Politecnico di Milano).

Il Parco Più Bello è un concorso nazionale dedicato a parchi e giardini, che ha lo scopo di valorizzare l’inestimabile patrimonio di parchi e giardini presenti nella nostra penisola, contribuendo a stimolare l’interesse e la sensibilità verso il verde nelle sue forme più eccelse.



Gli altri giardini scelti tra i gioielli della penisola italiana sono: i Giardini Botanici Hanbury a Ventimiglia, il Giardino di Villa Durazzo Pallavicini a Genova-Pegli, il Vittoriale degli Italiani sul Lago di Garda, i Giardini della Villa Medicea di Castello, oggi sede dell’Accademia della Crusca, Villa Gamberaia, adagiata sulle colline di Settignano, Villa Lante a Bagnaia, il Giardino di Ninfa presso Latina, il giardino di Villa Rufolo a Ravello e il Giardino della Kolymbetra, parco della Valle dei Templi di Agrigento.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©