Cultura e tempo libero / Cultura

Commenta Stampa

Resi noti gli interventi e le cifre stanziate

Ville Romane di Stabie fuori dal “Piano per Pompei”.


.

Ville Romane di Stabie fuori dal “Piano per Pompei”.
10/06/2011, 13:06

Il Consiglio Superiore dei beni culturali ha  stanziato 105 milioni di euro per Pompei e la zona flegrea rispecchiando  quanto già annunciato qualche mese fa dal segretario generale del ministero, Roberto Cecchi all’indomani della prima visita del ministro Giancarlo Galan nel sito campano. Le fasi di intervento saranno cinque ed andranno avanti parallelamente fino a dicembre 2015, e se Galan è soddisfatto del documento non mancano le polemiche infatti la parte relativa alla forza lavoro da assumere non figura inoltre la segreteria nazionale della Uil  ha contestato i rilievi e "capacity building" e l'uso delle tecnologie al laser.  L’associazione culturale “Idea per la città di Castellammare di Stabia” inoltre denuncia che nel piano non sono state considerate le Ville di Stabia, che al pari dei siti presi in considerazione necessitano di un programma di tutela e valorizzazione: “Se venisse confermato l’elenco reso noto – scrive in una nota il presidente Gianpaolo Valitutti – siamo di fronte a una grave omissione verso le ville di Stabiae, le quali necessitano di urgenti lavori di restauro. Il Ministero dimentica le ville romane di Castellammare, così come ha dimenticato il Palazzo reale di Quisisana e la Scuola nazionale di restauro che deve essere aperta nella nostra città>>. Nel piano infatti figurano, oltre agli scavi archeologici di Pompei anche Ercolano, Oplontis, Boscoreale, Poggiomarino, Pozzuoli, Bacoli, Napoli e Nola con i tanto agognati lavori di messa in sicurezza del villaggio Preistorico.


 

Commenta Stampa
di Simona Buonaura
Riproduzione riservata ©