Cultura e tempo libero / Cinema

Commenta Stampa

Vitriol, il film girato tra Napoli e l’area vesuviana arriva nelle sale di tutta Italia


Vitriol, il film girato tra Napoli e l’area vesuviana arriva nelle sale di tutta Italia
09/11/2012, 14:59

È in programma lunedì 12 novembre con inizio alle 17 la prima partenopea di Vitriol, il film pensato, girato e prodotto tra Napoli e l’area vesuviana, la cui uscita nelle sale di tutta Italia è prevista giovedì 15. La pellicola, distribuita dalla Smc (Salvatore Mignano comunication) per la regia di Francesco Afro de Falco e la sceneggiatura di Giovanni Mazzitelli, sarà presentata alla stampa e agli altri invitati al cinema Metropolitan di via Chiaia nel corso di una serata che si annuncia interessante, visto che in questa stessa circostanza – tra le altre cose – sarà mostrata per la prima volta dal vivo la riproduzione del Cristo velato realizzata per il film da Luca Nocerino. Diversi i luoghi di particolare effetto scelti per girare le scene: a Napoli le riprese sono state effettuate tra gli altri nel tunnel borbonico, al cimitero di Poggioreale e nell’Ipogeo della Santissima Annunziata, mentre in provincia di particolare effetto sono i momenti realizzati nella reggia e nel cimitero di Portici, dove c’è la tomba del maestro d’arte Pasquale de Servis alias Izar Bne Escur, e a villa Lebano a Torre Annunziata, dove visse il massone e alchimista Giustiniano Lebano.

Questa in sintesi la trama: una giovane laureanda in Architettura alla Federico II sta preparando la tesi documentando con una handycam le correlazioni che sussistono tra costruzione e simbologia massonica nella Napoli del periodo borbonico. Il ritrovamento di un oggetto fuori dal comune le consentirà una serie di scoperte su un antico ordine esoterico la cui cultura è tenuta sotto silenzio da tempo. Si tratta di una storia tratta da un vero progetto documentaristico non portato a termine.

Alla prima di lunedì 12 parteciperanno anche gli attori protagonisti Roberta Astuti e Yuri Napoli, oltre agli altri componenti del cast principale (Stefano Jotti, Leonardo Bilardi e Gabriella Cerino). Vitriol (che è l’acronimo di visita interiora terrae rectificando invenies occultum lapidem veram medicinam) è stato riconosciuto film di interesse culturale dal Ministero dei Beni culturali.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©