Cultura e tempo libero / Cultura

Commenta Stampa

"WAR AND PEACE GUERRA E PACE”MOSTRA STORICO-ARTISTICA CON DOCUMENTI E REPERTI DELLA SECONDA GUERRA MONDIALE


'WAR AND PEACE GUERRA E PACE”MOSTRA STORICO-ARTISTICA CON DOCUMENTI E REPERTI DELLA SECONDA GUERRA MONDIALE
14/10/2008, 12:10

 

War and Peace – Guerra e Pace” è il titolo del grande evento espositivo che prenderà il via dal 18 ottobre prossimo all’Hotel Vedute di Fucecchio, in provincia di Firenze. L’esposizione, unica nel suo genere, segnerà l’inizio di una stagione che vedrà questo nuovo ed importante Hotel a 4 stelle, nel cuore della Toscana, trasformarsi in centro artistico e culturale di primo livello nel panorama nazionale ed internazionale dell'Arte contemporanea, contribuendo a rendere una struttura dedita all’accoglienza, un posto dove il turismo e la cultura si uniscono. L’Hotel in questo caso, diventa una Galleria e al tempo stesso un vero e proprio Museo, e che grazie ai suoi ampi spazi, permetterà anche inaugurazioni interessanti e fuori dal comune, come appuntamenti mondani, concerti di musica classica che richiameranno professionisti di levatura nazionale ed internazionale, nonché artisti contemporanei e del XX° e XIX° secolo. “War and Peace – Guerra e Pace” non è solo un omaggio al capolavoro di Tolstoj, ma un vero e proprio percorso culturale-didattico che unisce l’arte contemporanea con reperti storici originali. Grande impatto sarà data da una collezione di prime pagine di quotidiani che abbracciano il periodo 1944 – 1948 in piena Seconda Guerra Mondiale. Da queste pagine, sarà curioso ricostruire giorno per giorno, settimana dopo settimana, l’evolversi del conflitto, con particolare riguardo all’Europa (Italia, Germania, Russia), il Giappone con le notizie sui Kamikaze e le esplosioni delle bombe atomiche su Hiroshima e Nagasaki, la morte di Hitler e Mussolini, la cattura e il processo di Norimberga contro i gerarchi nazisti, il piano Marshall, ma anche notizie più “leggere” come l’uscita del film “Il Grande Dittatore”, capolavoro di Charlie Chaplin o gli avvistamenti di UFO sopra i cieli degli Stati Uniti nel 1947, e che daranno il via al mito di Roswell e dell’Area 51. Ad accompagnare questo percorso storico ci saranno le opere di alcuni giovani artisti del calibro di: Federico Erra, Luca Soncini e Luca Scopetti, giovani promesse nel panorama dell'arte italiana. Passato e presente, antiche e nuove generazioni che si incontrano, rinvigorendo continuamente una linfa vitale di creatività ed emozioni. A suggellare questa importantissima esposizione, saranno in esposizione anche opere di: Mimmo Rotella e la sua rivisitazione di “Via col Vento”, Andy Warhol con il famoso ritratto di Mao, Renato Guttuso per il suo impegno politico durante la guerra, Pietro Annigoni, sino ad arrivare alla presentazione della “Collezione Bellini” di Arte grafica e fotografica di autori del novecento con autori del calibro di: Jean Michel Folon, Arnaldo Pomodo, Enrico Baj, Giorgio Mondolfo, Valerio Adami, Emilio Tadini, Mario Ceroli, Joe Tilson, Hsiao Chin, Alik Cavaliere, Tullio Pericoli, Luciano del Pezzo, Antonio Possenti, Luca Alinari, Ugo Nespolo, Victor Vasarely e Kolomon Moore.
 
La sera dell’inaugurazione, Sabato 18 ottobre nella cornice lussuosa della Hall dell’Hotel Vedute, la “Nuova Orchestra da Camera Ferruccio Busoni” diretta dal Maestro Massimo Belli, si esibirà in concerto all’inaugurazione della grande esposizione culturale “War and Peace – Guerra e Pace”. L’orchestra, riprende le tradizioni artistiche della già esistente Orchestra "F. Busoni", complesso storico fondato nel 1965 da Aldo Belli. In quarant'anni di attività l'orchestra ha tenuto importanti concerti in Italia e all'estero, presentando al pubblico lavori dei più importanti compositori triestini quali Viozzi, Bugamelli, Sofianopulo, Merkù, Zanettovich, Zafred, Pipolo, Coral, Levi; collaborando con la radio e la televisione Italiana ed altre emittenti estere. L'orchestra è formata da affermati strumentisti che possono vantare una lunga esperienza concertistica nel campo solistico i quali ricoprono ruoli di prestigio in formazioni cameristiche e importanti orchestre, inoltre l'ensemble ha inciso un Cd per la casa discografica Velut Luna, con Domenico Nordio e per l'etichetta Rainbow, un Cd con Lucio Degani e una con Markus Placci. Il 25 ottobre 2005 per festeggiare il 40° anniversario di attività artistica dell'orchestra, si è tenuto un concerto al Teatro Verdi di Trieste che ha avuto un grande successo di pubblico e di critica, con la partecipazione straordinaria del violinista Salvatore Accardo. Il concerto variegato nella sua presentazione, propone brani di sicuro interesse a cominciare dal “Quintetto” di Boccherini, descrizione dei notturni madrileni, musica tra l’altro utilizza nel celebre film “Master e Commander – sfida ai confini del mare” di Peter Weir e con Russel Crowe. Eugenio Visnoviz, genio musicale morto prematuramente, di cui sarà proposto un andate intenso ed estremamente lirico. Federico Bellini, giovane compositore pisano che in prima assoluta presenta “Gli spiriti non dimenticano”, composizione dedicata all'Orchestra Busoni e che descrive l’epopea della conquista del west e le gesta degli Indiani d’America. Franco Margola di cui si ricorda quest’anno il centenario dalla nascita e la straordinaria “Holberg Suite” di Edvard Grieg, capolavoro assoluto del grande compositore norvegese. Il concerto è stato reso possibile con la preziosa collaborazione della manager musicale Donatella Felluga. 

 

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©