Cultura e tempo libero / Eventi

Commenta Stampa

WELLNESS NON LUSSO O VEZZO, MA NECESSITA' PRODUTTIVA


WELLNESS NON LUSSO O VEZZO, MA NECESSITA' PRODUTTIVA
29/01/2008, 13:01

Gente, se siete alla ricerca della felicità, fisica e spirituale, da oggi c'è un'altra strada da seguire. "Wellness: storia e cultura del vivere bene" è il libro scritto dal fondatore di Technogym, Nerio Alessandri   insieme al docente di Princeton Maurizio Viroli. L'uomo delle macchine per il benessere a soli 22 anni era già un imprenditore affermato; la sua azienda Technogym è nata nel garage di casa. Oggi è Cavaliere del Lavoro e ha due lauree ad honorem.  Nel 2003 ha trovato nuovi spunti di crescita fondando la Wellness Foundation con l’obiettivo di promuovere uno stile di vita sano.  ''Parliamo di un benessere a 360° che comprende una regolare attività fisica, una sana alimentazione e un approccio mentale positivo - ha detto Alessandri -  ci rivolgiamo alla gente comune, ma anche a politici e imprenditori per far sì che ‘si rimetta l’uomo al centro’ e non più la tecnologia''.  Il testo si avvale di prestigiosi contributi come quello dell'economista americano, Jeremy Rifkin a teorizzare la convenienza economica dello "star bene".   ''È nell’interesse stesso dell’azienda – è l'opinione di Alessandri – organizzare non solo il lavoro ma progettare lo spazio per  "far star bene"  il dipendente e sviluppare così le sue energie creative''.
''Se è vero  – si legge nel libro - (...) che negli Usa il cattivo stato di salute dei lavoratori incide sulla mancata produttività per 260 miliardi di dollari, il 2,4 per cento del Pil. E l’Europa non sta meglio”.

Commenta Stampa
di Oliviero Genovese
Riproduzione riservata ©