Cultura e tempo libero / Mostre

Commenta Stampa

Quando c’èra Biancaneve era tutto più semplice

"When there was Snow White everything was simpler"



'When there was Snow White everything was simpler'
01/04/2012, 10:04

NAPOLI - All’origine di una fiaba c’è sempre una paura ancestrale, un ostacolo, un limite da evocare. Questa paura può essere incarnata dal bosco buio, dalla crudeltà di una strega o di una regina, dall’incantesimo, dalla perdita o dal mutamento inatteso del corpo.
 

When there was Snow White everything was simpler [Quando c’èra Biancaneve era tutto più semplice], è un lavoro interattivo, composto da un video, due dipinti ad olio, due acquerelli e un'installazione interattiva azionata dal pubblico stesso.

Sei nani - il settimo muore nel video - commemorano la scomparsa dell’amata Biancaneve avvenuta esattamente un anno prima dell’opening della mostra. La mostra ha dunque, il valore del ricordo e della memoria.
Da una lapide con tanto di tumulo emerge il braccio scheletrico di Biancaneve che si protende verso alcune borse dello shopping nell'ultimo ed estremo tentativo di legare a sé la fatuità del passato attraverso la possessione di luccicanti feticci che quotidianamente addobbano i nostri corpi, e che rappresentano gli status-symbol più frequenti della Civiltà del Consumo.
Nessuno è immune ai condizionamenti imposti dalla moderna Neo-Vanitas.

Così, l'opera ci svela i controversi aspetti dell’esistenza umana nella fase del trapasso, esorcizzando con ironia l’alone di terrore e di dolore che spesso avvolge l’idea della morte nella nostra Cultura Occidentale, come perdita di possesso.

Un'installazione che indaga l’innocenza, la vanità, l’amore e il labile confine tra la vita e la morte, una commemorazione che diviene “memento mori” per lo spettatore il quale, avvicinandosi per rendere omaggio alle spoglie mortali della Biancaneve attiverà un coro gregoriano con voci di nani che recitano l'Ave Maria.
 
Un momento di meditazione riflessiva che ci metterà in contatto con le nostre emozioni più intime.


"When there was Snow White everything was simpler"
di Angelo Volpe
a cura di Salvatore Passeggio
opening 17 maggio – ore 18,30
dal 17 Maggio al 17 Giugno 2012
Akneos Gallery
Palazzo Monte Manso di Scala - Via Nilo 34, Napoli

(c.s.)

 

Commenta Stampa
di Rosario Scavetta
Riproduzione riservata ©