Cultura e tempo libero / Cinema

Commenta Stampa

WILL SMITH: "A 50 ANNI BASTA FILM ADRENALINICI"


WILL SMITH: 'A 50 ANNI BASTA FILM ADRENALINICI'
08/09/2008, 19:09

"Il successo porta con sè molta pressione. Quando si è al top, si può restare in cima o cadere. Io sono la maggior fonte di stress nella mia vita: sono un perfezionista, pretendo da me solo il massimo. Voglio essere il numero uno, ma voglio anche continuare a essere me stesso". Lo ha dichiarato l'attore Will Smith in un'intervista a "Grazia".

Smith nell'ultimo film che ha girato, 'Hancock', ha dovuto recitare sospeso a circa 500 metri dal suolo ad una velocità maggiore di 80 chilometri orari per simulare le scene di volo del supereroe. E al riguardo ha raccontato: "Ci vuole il fisico per girare questi film. Io mi alleno ogni giorno: sollevo pesi e corro per cinque chilometri. In più gioco regolarmente a golf".

Will Smith parla poi delle sue doti di attore: "Non ho mai ritenuto di aver un talento particolare, solo qualcosa un po' sopra alla media. In compenso -spiega- sono bravissimo nel seguire un'etica di lavoro pazzesca: mentre gli altri dormono io continuo a lavorare. Se studi e lavori alla fine vinci e io non permetto a nessuno di lavorare più di me".

"Il fatto di avere la pelle nera e di essere stato in qualche modo penalizzato per questo", aggiunge l'attore, "mi ha incentivato ancora di più. Ho programmato ogni momento della mia carriera; ciò che chiamiamo fortuna o caso, è quello che si realizza quando la preparazione incontra l'opportunità".

Sulle sue scelte di recitazione in passato spesso divergenti, da 'Bad Boys' a 'La ricerca della felicità', chiarisce: "Avrò tempo per i film più seri. Per ora, non voglio perdere il contatto con la parte più giovane di me". "Dopo Alì mi auguro di non andare più sul set con mia moglie", chiude, "cerchiamo di avere una famiglia felice, per questo evitiamo di lavorare fianco a fianco".

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©