Cultura e tempo libero / Spettacolo

Commenta Stampa

La madre: Era solo questione di tempo

Winehouse morta per alcol e droga.Domani la conferma

Negli ultimi giorni non faceva altro che bere

Winehouse morta per alcol e droga.Domani la conferma
24/07/2011, 18:07

La morte della Cantante Amy Winehouse continua a scioccare. Giovanissima, 28 anni non ancora compiuti, vero talento dalla voce ineguagliabile è stata ritrovata ieri sera senza vita nella propria abitazione. Sono stati in molti a chiacchierare delle cause del suo decesso e ancora adesso i media parlano di overdose di droga. Una tesi che si fa sempre più accreditata. Le ultime testimonianze hanno infatti comunicato di aver visto la Star acquistare dosi massicce di droga la sera prima del suo decesso.
Svariate fonti,compresa quella di un Pub di Camdem ha riferito di aver visto la cantante acquistare cocaina, eroina, ecstasy e ketamina da un noto spacciatore della zona proprio vicino alla sua casa di Camden, nel nord di Londra.
Le cause del decesso non sono ancora note, ma gli amici della star non hanno dubbi. Era da un po’ di tempo che Amy non faceva altro che bere, “bere a morte” riferiscono, e secondo gli stessi anche quella sera la cantante non avrebbe fatto diversamente. Non sarebbe morta quindi di sola droga, ma di un mix letale tra droga e tanto alcol. Una “bomba” per quel corpo così esile, sempre più magro e deperito, come mostrano le immagini del suo ultimo concerto dove Winehouse fa fatica a reggersi in piedi.
Mentre si continua a chiacchierare di quanto sia potuto succedere quel sabato sera, è stata stabilita per domani l’autopsia che accerterà o meno la tesi di un’overdose.
Intanto anche i genitori dell’artista colmi di dolore hanno lasciato per la prima volta le loro testimonianze. “ Una questione di tempo”, queste le parole della madre che aveva incontrato 24 ore prima la figlia. «Mamma ti voglio bene», dopo queste parole si era convinta che quel momento sarebbe arrivato da un momento all’altro. «Sono parole di cui farò per sempre tesoro» ha continuato Janis Winehouse.
Mitch, il padre si trovava invece a New York dove si sarebbe dovuto esibire in un noto locale, quando a ricevuto la notizia della morte della figlia. In lacrime ha cambiato i suoi programmi e ha preso il primo aereo per Londra. «Non è possibile. Sono completamente devastato».
La voce che ha fatto rinascere il soul ha smesso di far sognare per sempre e in onore di Amy, i fan continuano a manifestare fuori dalla sua abitazione lasciandole fiori , candele, biglietti e pupazzi. Omaggi all’artista sono arrivati anche da Zucchero,Christina Aguilera, Robbie Williams, Lily Allen, Adele, Maroon 5 e tanti altri.

Commenta Stampa
di Alessia Tritone
Riproduzione riservata ©