Cultura e tempo libero / Tv

Commenta Stampa

Per lui un Cd e la possibilità di partecipare a Sanremo

X-Factor: vince Marco Mengoni


X-Factor: vince Marco Mengoni
03/12/2009, 19:12

MILANO - E' Marco Mengoni il vincitore del reality show di Rai due "X-Factor". 
L'energico ventenne originario di Ronciglione ha dovuto sudare non poco per aggiudicarsi il titolo e, con esso, la possibilità di incidere un disco e di partecipare a Sanremo. Prima di salire sul massimo podio, infatti, Marco ha dovuto affrontare e battere nella competizione prima le Yvanna e poi Giuliano.
Durante la serata finale, che aveva in palio, oltre all'incisione di un cd, anche la partecipazione a Sanremo nella categoria "big", i tre aspiranti cantanti si dovuti cimentare in diverse prove. Per prima cosa sono stati affiancati nelle prove di canto da grandi nomi della musica come Lucio Dalla (che ha duettato con Giuliano) Max Pezzali (in coppia con le Yvanna) ed Alex Britti (che ha portato fortuna a Marco).
Seconda prova in solitaria per gli artisti che hanno eseguito tre brani diversi di altrettanti artisti. Le Yvanna hanno voluto omaggiare i Cramberries cantando "Zombie" mentre Giuliano ha preferito un brano italiano ed è riuscito a far sussultare il pubblico con "Bella senz'anima". Marco, invece, si è esibito con un pezz scritto da Morgan dal titolo "Amore Assurdo". Come gara conclusi i tre artisti sono dovuti ricorere agli inediti. Giuliano ha aperto la "competition" con "Ruvido" ed è stato seguto dalle Yvanna che hanno cantato "Una donna migliore". Dulcis in fundo Marco che si è esibito con "Dove si vola". Televoto, emozioni a fior di pelle e le Yvanna bocciate dal pubblico di casa. Si è continuato con un madley tra i due artisti "superstiti". Lotta serrata a suon di note canore e poi la fine: Francesco Facchinetti, tra gli applausi scroscianti del pubblico e gli abbracci di rito degli sconfitti incorona Marco Mengoni come vincitore assoluto della terza edizione di X-Factor. Il trofeo, per dirla tutta, appare di dubbio gusto ma, quei 300.000 euro di montepremi, di sicuro faranno comodo al giovanissimo neoprodotto del freenetico (e spesso spietato) business musicale moderno. Una nuova stella è nata...riuscirà a brillare per più di sei mesi?

Commenta Stampa
di Germano Milite
Riproduzione riservata ©