Cultura e tempo libero / Eventi

Commenta Stampa

Zaia ad Alba per Fiera Tartufo


Zaia ad Alba per Fiera Tartufo
10/10/2009, 10:10

“La Trifola, come si chiama in lingua materna il Tartufo bianco d’Alba, è una delle tante eccellenze del Made in italy che il mondo ci invidia. Nostro compito è tutelarla e valorizzarla”.
Con queste parole il Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali Luca Zaia ha inaugurato oggi ad Alba la 79^ Fiera Internazionale del Tartufo Bianco d’Alba, alla presenza della Presidente della Regione Piemonte Mercedes Bresso, della Presidente della Provincia di Cuneo Gianna Gancia, del Sindaco di Alba Maurizio Marello e del Presidente dell’Ente Fiera Alberto Cirio.
La produzione di tartufo in Italia è di oltre 900 quintali l’anno. “Il tartufo è un prodotto identitario dei nostri territori e rappresenta uno degli ambasciatori del Piemonte nel mondo. Se oggi ad Alba celebriamo questo prodotto – ha continuato il Ministro – è grazie al lavoro di tutti i produttori e a Giacomo Morra che, in tempi in cui questo prodotto non era ancora famoso, intuì la necessità di associare al tartufo di queste terre un nome che con il tempo è diventato celebre in tutto il mondo: Tartufo d’Alba”.
“Le identità produttive della nostra enogastronomia sono un patrimonio da valorizzare e tutelare” – ha detto ancora il Ministro. “E’ nostro diritto e nostro dovere difenderle dalle imitazioni e dall’agropirateria, vere piaghe dei nostri tempi”. Il Ministro ha concluso il suo intervento affermando che “dobbiamo insistere con la politica della tolleranza zero: ogni anno si riversano sul mercato migliaia di quintali di prodotti contraffatti che rappresentano un danno enorme per gli operatori onesti che rispettano le regole e per tutto il settore agroalimentare. Ecco perché manteniamo alta la guardia, ribadendo la nostra promessa di tolleranza zero contro ogni forma di frode e contraffazione alimentare”.
Il Ministro ha poi annunciato la sua presenza ad alcune iniziative promozionali del Made in Italy a New York.
 

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©