Cyber, scienza e gossip / Scienza

Commenta Stampa

10 CONSIGLI PER VINCERE IL "MAL DI NATALE"


10 CONSIGLI PER VINCERE IL 'MAL DI NATALE'
22/12/2008, 17:12

Il Natale è ormai alle porte, accompagnandosi per molti di noi ad aspettative spesso grandiose che però il più delle volte rimangono deluse. Quest’anno ci si mette anche la crisi ad aggravare quella sindrome che gli psicologi chiamano "mal di Natale", caratterizzata da "ansia, aumento di depressione e malinconia", e che, spiega Parola di Paola Vinciguerra, psicoterapeuta e presidente dell’Eurodap, Associazione europea disturbi da attacchi di panico, "non arriva per lo stress causato dalla corsa per i regali e per i preparativi di cene e pranzi, ma per le illusioni che ci facciamo ogni anno proprio in questo periodo di festa". "Non sempre - spiega infatti la psicologa - il Natale riesce ad appagare le aspettative. Ci si rende conto invece di legami deludenti anziché rinsaldati, l’accoglienza che ci si aspettava non arriva. E si rimane male". Per salvaguardare il proprio benessere emotivo in questo giorno di festa e di grandi attese è più consigliabile rimanere da soli piuttosto che "condannarsi" ai cenoni con i parenti-serpenti. Le aspettative deluse causano infatti anche un aumento dei disturbi psicofisici, e ci si espone al rischio "che tutti i disagi, di cui forse non eravamo neanche coscienti, esplodano in modo improvviso provocando sintomi e stati d’animo allarmanti", spiega la Vinciguerra. "In questo particolare momento di crisi, in cui tutti siamo già ansiosi e preoccupati per il nostro futuro - prosegue la psicoterapeuta - è molto rischioso spostare sul Natale attese che si potrebbero tradurre in cocenti frustrazioni. Quello che possiamo e dobbiamo fare è non crearci l’illusione che quest’evento possa far scomparire per magia tutte le nostre preoccupazioni, il nostro senso d’inadeguatezza e solitudine." Ecco allora un decalogo per trascorrere il periodo natalizio al riparo dalle frustrazioni: 1) compilare un elenco di tutte le persone alle quali desideriamo davvero fare un regalo; 2) farne un altro, con tutti quelli con cui vogliamo condividere questi giorni di festa, trovando la forza di deludere le aspettative altrui; 3) ridurre al minimo il budget economico per regali e pranzi "senza però piangerci addosso, dicendoci che noi siamo poveri e falliti mentre gli altri sono ricchi e vincenti", avverte la psicologa; 4) riuniamoci con i nostri amici o parenti davvero cari per fare insieme i dolci natalizi casalinghi, confezioni speciali o piccoli regali; 5) creiamo gli addobbi per la casa o per l’albero con ciò che abbiamo già: nastri, palline, angioletti. Basta una spolverata di porporina a rendere nuovo ciò che custodiamo nei cassetti da anni; 6) rimoderniamo gli abiti che abbiamo già nell’armadio; 7) mettere in pratica queste idee insieme agli altri e non isolandoci; 8) non facciamo una spesa eccessiva per il numero di persone che abbiamo invitato altrimenti rimarranno tanti avanzi che presto diventeranno spazzatura; 9) evitare lo shopping compulsivo dell’ultimo minuto, che serve solo a riempire gli armadi di cose che non ci servono; 10) ricordiamoci che se abbiamo seguito questi consigli e abbiamo iniziato a scegliere non avendo paura di deludere gli altri, "con tutta probabilità trascorreremo uno dei migliori Natali di tutta la nostra vita. E forse saremo pronti e carichi ad affrontare il nuovo anno in cui ci aspetta molto lavoro".

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©