Salute e benessere / Salute

Commenta Stampa

Lo ha stabilito uno studio inglese

15 sigarette e il Dna cambia


15 sigarette e il Dna cambia
19/12/2009, 00:12

ROMA - Appena 15 sigarette fumate, possono provocare una mutazione genetica irreversibile nel Dna. E' questo il risultato a cui è giunto uno studio condotto dall'istituto di ricerca inglese ''Wellcome Trust Sanger'' e pubblicato sulla rivista scientifica “Nature” che per la prima volta sono riusciti a catalogare tutti gli errori genetici a cui va incontro il Dna sotto l'effetto delle sostanze chimiche del tabacco. Lo studio, in particolare, ha indagato i danni a livello cellulare causati dal tabagismo e dai raggi ultravioletti in soggetti affetti rispettivamente da tumore e melanoma. Gli agenti esterni, come il fumo e gli ultravioletti, provocano nel Dna un numero variabile di mutazioni più o meno reversibili. Bastano 15 sigarette, ad esempio, per avviare una mutazione nel nostro corredo genetico e 15 anni di astinenza per disinnescarla. Sono 22.910 le mutazioni dei geni provocate dal fumo, secondo il nuovo studio del Progetto Genoma Umano dei Tumori. Le variazione negative del Dna si trasmettono poi alle generazioni successive. Una scoperta che offre una panoramica importante sui meccanismi di mutazione e riparazione del Dna che entrano in gioco via via che il tumore progredisce e l'organismo cerca di difendersi. Oltre ad indicare il fumo e la mancata protezione ai raggi UV come pericoli, assicurano gli esperti, lo studio sarà utile in futuro per elaborare strategie preventive.

Commenta Stampa
di Elisa Scarfogliero
Riproduzione riservata ©