Cyber, scienza e gossip / Motori

Commenta Stampa

5 stelle Euro NCAP per Renault Captur: e siamo a quindici


5 stelle Euro NCAP per Renault Captur: e siamo a quindici
31/05/2013, 09:57

Renault Captur ottiene il rating delle 5 «stelle» ai test di sicurezza passiva realizzati dall’ente indipendente Euro NCAP. Conseguito in base alle regole più severe introdotte da gennaio 2013, questo risultato conferma ancora una volta la competenza di Renault in tema di sicurezza passiva.

Con uno score di 80,5% del risultato globale, Renault Captur diventa il quindicesimo veicolo della gamma Renault ad ottenere il rating massimo delle 5 stelle ai test di sicurezza passiva EuroNCAP.
Oltre a tale riconoscimento, Renault Captur offre un comportamento dinamico rassicurante, grazie ad un telaio reattivo e preciso.


Un sistematico lavoro di protezione ottimale di tutti i passeggeri

Renault Captur era destinata a raggiungere lo stesso livello di sicurezza passiva di Nuova Clio, con cui condivide la piattaforma. Renault ha sviluppato soluzioni che prendono in considerazione l’incidentologia e i comportamenti reali, in un approccio più globale ed efficace per la sicurezza dei passeggeri. Per garantire una maggiore protezione degli occupanti, l’architettura elettronica di Renault Captur si è evoluta in modo da permettere a questa nuova generazione di dispositivi di protezione di innescarsi con maggiore tempismo.


Criterio di Protezione occupanti adulti

In caso di urto frontale, i passeggeri dei posti anteriori di Renault Captur sono protetti da due airbag ad alto rendimento, da cinture di sicurezza con pretensionatori e limitatori di carico tarati a 400 daN. Sono state aggiunte zone fusibili anche a livello del cassetto “Easy Life”, per migliorare la protezione di ginocchia e tibie.  Posteriormente, tutti i posti dispongono di cinture di sicurezza 3 punti, complete di limitatore di carico sui posti laterali.


L’impatto laterale ha beneficiato di un trattamento specifico, con un risultato clamoroso: uno score di 7,9 punti sugli 8 possibili. Per rilevare il possibile impatto e reagire in tempi fino a due volte più rapidi, Renault Captur dispone di 2 sensori: uno installato nella porta anteriore e l’altro nel montante centrale. Uno specifico algoritmo adatta i tempi di elaborazione alla violenza dell’urto e comanda l’airbag testa-torace di nuova generazione.


Tali risultati, associati a quelli dell’impatto contro un palo e dell’urto posteriore, consentono a Renault Captur di assicurarsi 32 punti su 36 al rating Protezione adulti, tra i migliori risultati del segmento delle piccole.

Criterio protezione bambini

Grazie alla progettazione della struttura e ai dispositivi di fissaggio Isofix a 3 punti di ancoraggio, disponibili sul posto passeggero anteriore e sui posti laterali posteriori, la protezione dei bambini a bordo di Renault Captur è tra le migliori del segmento B, con 39 punti sui 49 disponibili, nonostante il protocollo più severo.


Renault Captur al miglior livello per la protezione dei pedoni

Il frontale di Captur è stato sviluppato per ridurre quanto più possibile le lesioni provocate da un urto contro un pedone. Il paraurti è privo di zone sporgenti e la zona inferiore del parabrezza, tradizionalmente molto rigida, è stata progettata per deformarsi, diminuendo in tal modo i rischi di lesioni. Il cofano è stato rialzato per preservare una zona di deformazione tra la struttura e le parti più elevate del motore. Con 22 punti su 36, Renault Captur si colloca in testa al segmento.


La sicurezza nel DNA … e negli equipaggiamenti

Equipaggiata di serie con regolatore/limitatore di velocità, spie luminose e sonore per cinture di sicurezza non allacciate a tutti i posti e controllo elettronico della stabilità ESP, Renault Captur ottiene uno score di 7 punti con il nuovo protocollo più severo.


Un approccio pragmatico ed impegnato

L’impostazione di Renault si basa sull'incidentologia e la sicurezza reale, per proporre prodotti adatti alle realità della strada, con equipaggiamenti proposti di serie, fin dal primo livello di equipaggiamento, ed una priorità assegnata alle tecnologie più efficaci per prevenire qualunque rischio di incidente, correggere le situazioni di guida inattese e proteggere i passeggeri in caso di urto. L’approccio di Renault è globale e non si riassume in un determinato equipaggiamento o in una particolare tecnologia. Renault si è imposta negli anni come riferimento in tema di sicurezza automobilistica, come dimostrato dai risultati ottenuti in tema di rating mediatici.

Per quanto riguarda la sicurezza attiva, la qualità del telaio, associata ad un modello digitale auto-adattativo della dinamica del veicolo, consente di determinare con estrema precisione le situazioni di emergenza. Disponibili di serie, le funzioni ABS ed ESP risultano più efficaci, con un intervento al momento giusto che evita gli strappi bruschi. Un gruppo centralina/blocco idraulico integra anche l’assistenza alla frenata di emergenza (AFE).

Il lavoro realizzato sull’ergonomia consente di concentrarsi sulla guida. Per un maggior comfort di utilizzo, è stata migliorata la leggibilità delle informazioni, per renderle più chiare e grafiche. Renault Captur beneficia di equipaggiamenti moderni di assistenza alla guida: navigatore, funzioni gestite con comando vocale, grazie al sistema multimediale R-Link, e automazione di alcune operazioni come l’accensione delle luci, l’attivazione dei tergicristalli o l’assistenza al parcheggio posteriore, completa di camera di retromarcia su alcune versioni. Tutte le versioni di Captur dispongono del telefono vivavoce Bluetooth®.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©