Cyber, scienza e gossip / Ambiente

Commenta Stampa

Tre giorni per investire, studiare e capire le rinnovabili

A Roma la Fiera dell'energia rinnovabile


A Roma la Fiera dell'energia rinnovabile
13/09/2011, 17:09

A Roma anche quest'anno presso la Fiera dal 14 al 16 settembre si terrà la fiera delle energie rinnovabili, ZeroEmission 2011. Quest'evento sarà seguito da oltre 35 mila visitatori con oltre 650 espositori presenti, in 5 padaglioni dedicati al rinnovabile.

Saranno 4 i saloni tematici con l’esordio di Solartech, dedicato all’energia solare termina e a concentrazioni, che si aggiunge alle tre aree presenti nelle passate edizioni: Eolica Expo Mediterranea; PV Rome Mediterranean, riservato alle tecnologie fotovoltaiche per il Mediterraneo e CO2 Expo, in cui si affrontano le tematiche connesse ai cambiamenti climatici.

Tre nuove aree. Nell’ambito del salone Eolica Expo Mediterranean saranno allestite tre nuove aree: Winverter, dove per la prima volta è stato creato uno spazio dedicato agli inverter per l’industria eolica; Hi- Volts & Grids con le tecnologie e reti per la trasmissione ad alta tensione, e Compomat Wind, un’area espositiva organizzata da Assocompositi ed Eolica Expo Mediterranean in cui si svolgeranno sessioni dimostrative che presenteranno le più recenti acquisizioni teoriche e applicative utilizzate nella realizzazione di pale eoliche in materiale composito. Qui sarà costruita una pala eolica, in modo da mostrare come la teoria si sposa efficacemente con la pratica.

Le tre giornate di ZeroEmission Rome 2011 si caratterizzano anche per i molteplici eventi che animano la manifestazione. Tra questi una novità assoluta dell’edizione 2011 è Electric Cars, uno spazio dedicato alla mobilità sostenibile che metterà in mostra auto elettriche, pensiline fotovoltaiche e centraline per la ricarica. Un’apposita area esterna, inoltre, sarà dedicata a test drive con i veicoli elettrici messi a disposizione da Peugeot modello iOn e Citroen modello C-Zero.

Tutte le informazioni più dettagliate sono presenti

sul sito ufficiale di ZeroEmission.

Commenta Stampa
di Maurizio Abbruzzese Saccardi
Riproduzione riservata ©