Cyber, scienza e gossip / Motori

Commenta Stampa

"A world of performance since 1949": Abarth al 82° Salone Internazionale di Ginevra


'A world of performance since 1949': Abarth al 82° Salone Internazionale di Ginevra
13/03/2012, 16:03

Abarth si presenta al Salone di Ginevra con uno stand di forte impatto scenografico dove vetture stradali sottolineano - ancora una volta - l'unicità del brand nel panorama automobilistico mondiale.

Lo stand rappresenta una ideale "road to performance" che collega fra loro due anime distinte ma compresenti nel mondo Abarth, l'anima sportiva più purista che ha origine nel mondo delle competizioni e del Racing, da sempre alla base dei valori del marchio, e quella dal carattere più elegante e ricercato, connotata da un concetto di sportività più esclusiva e orientata al mondo delle "Gran Turismo".

Il percorso inizia partendo dalla più completa espressione della sportività del marchio Abarth: la 695 "Assetto Corse", la nuova piccola supersportiva destinata alle competizioni su pista che quest'anno debutta nei trofei monomarca. La nuova vettura andrà ad affiancare la 500 "Assetto Corse", protagonista in questi ultimi tre anni di grandi successi in pista.

Trasferire l'esperienza del mondo delle corse alle vetture stradali è uno dei concetti base del marchio Abarth: e ne è la conferma la prima vettura stradale dalle grandi performance, la nuova Abarth Punto Scorpione, una Limited Edition dedicata a tutti coloro che amano misurarsi in ogni tipo di sfida, alla continua ricerca della velocità e della performance.

Lungo la "road to performance" poi, la nuova Abarth 595 si ispira concettualmente allo storico modello 595 che Karl Abarth presentò nel 1963 come derivazione della Fiat 500: rappresenta il ritorno al concetto di elaborazione che da una vettura "base" ne esalta le sue caratteristiche prestazionali, proponendo di serie l'upgrade di potenza a 160hp. La nuova Abarth 595 amplia la gamma del prodotto Abarth 500 e racchiude nelle sue due personalizzazioni "competizione" e "turismo" le due anime del Brand. La prima infatti è dedicata ai "race lovers", che amano la sportività senza compromessi, la seconda invece rappresenta la massima espressione di "sportività elegante" del Brand ed è dedicata a tutti i "trend-setter" che amano coniugare confort, eleganza e sportività. Le vetture esposte "corrono" su una pedana rivestita con una speciale resina che evoca una strada, quella di chi ama vivere la sfida nella vita di tutti i giorni, alla costante ricerca di una "everyday performance".

Le quattro vetture presentate vanno quindi a contribuire agli ormai noti successi del Brand, che ancora una volta anche quest'anno ha raggiunto i risultati prefissati. Nel corso del 2011 sono state vendute quasi 10.000 vetture. Notevole anche il contributo di Abarth 695 Tributo Ferrari che, dal lancio nel luglio 2008 ad oggi ha raggiunto più di 1500 vetture consegnate. Questi numeri contribuiscono a confermare gli ottimi risultati registrati dal Marchio dal rilancio ad oggi, basti pensare che dal 2008 il Brand ha visto una continua crescita come dimostrano circa 39.000 vetture vendute tra i modelli Abarth Punto e Abarth 500, oltre a più di 10.000 kit prestazionali destinati ai due modelli.

Questi successi commerciali sono stati possibili anche grazie alla straordinaria rete di dealer e preparatori ufficiali, una realtà unica nel suo genere che, dopo le aperture di nuovi mercati nel 2011 come la Finlandia e il Sudafrica, nella prima metà del 2012 vedrà l'apertura di nuovi mercati come Marocco e Ucraina. Anche negli Stati Uniti, dopo il grande successo della presentazione al Salone di Los Angeles, a partire dal mese di marzo sarà aperta la commercializzazione della Abarth 500.

Il Salone di Ginevra è infine il palcoscenico ideale per presentare il programma sportivo di Abarth per la stagione 2012. La formula con cui sono stati ideati i trofei anche quest'anno è stata pensata per rendere possibile la partecipazione alle competizioni ad un costo estremamente accessibile: è un esempio concreto della "democratizzazione" delle gare secondo la filosofia dello Scorpione. E, in linea con questo concetto, non manca l'occasione per presentare l'edizione 2012 di "Make it your race", che con un nuovo format di livello internazionale, quest'anno offre a tutti i giovani dai 18 ai 40 anni la possibilità di vivere un sogno, di correre in pista in una vera gara del Trofeo Abarth 500.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©
LE ALTRE FOTO.