Cyber, scienza e gossip / Motori

Commenta Stampa

Torna la station della superberlina dei quattro anelli

A6 Avant: competenza tecnologica d'avanguardia


A6 Avant: competenza tecnologica d'avanguardia
20/05/2011, 20:05

Competenza tecnologica d’avanguardia –
la nuova Audi A6 Avant

La Audi lancia la nuova generazione della A6 Avant, la station wagon business più venduta in Europa. Il nuovo modello testimonia tutta la competenza tecnologica d’avanguardia del Marchio. Rappresentano un punto di riferimento la carrozzeria leggera, con alcune parti interamente in alluminio, e l’ampia gamma di sistemi d’assistenza e di sistemi multimediali; questi ultimi sono racchiusi nel sistema di connettività “Audi connect”.
 
La nuova Audi A6 Avant viene proposta in sei motorizzazioni: due a benzina e quattro diesel. Rispetto al modello precedente i consumi sono diminuiti anche del 18%. Top di gamma è il nuovo 3.0 TDI biturbo da 313 CV (230 kW). Anche per quanto riguarda la trasmissione e il telaio sono molte le soluzioni high-end disponibili. Il vano bagagli ha un volume massimo di 1.680 litri e presenta molti elementi raffinati, tra cui un portellone posteriore ad apertura elettrica, mediante sensore.
 
Il design: leggerezza ed eleganza
 
Il design dell’ultimo modello si fa interprete della filosofia della leggerezza e dell’eleganza moderna che contraddistinguono le auto della Casa dei quattro anelli. Altrettanto caratteristiche sono le proporzioni sportive: la Audi A6 Avant è lunga 4,93 metri e larga 1,87 metri, ma è alta solo 1,46 metri. Il passo è cresciuto fino a 2,91 metri e rappresenta un grande vantaggio rispetto al modello precedente.
 
Il cofano motore ha linea allungata, mentre per tutta la lunghezza della fiancata geometrie decise incorniciano superfici levigate. La linea del tetto bassa e spiovente, e i montanti posteriori molto inclinati, sottolineano la dinamicità delle linee. I gruppi ottici posteriori caratteristici e i due terminali di scarico conferiscono un tocco particolare alla parte posteriore. Il pacchetto S line exterior (optional) assicura un look ancora più dinamico.

 
 
A richiesta sono disponibili gli innovativi proiettori in tecnologia LED, in cui tutte le funzioni di illuminazione sono affidate a diodi elettroluminescenti e che contribuiscono, con la griglia single-frame di taglio obliquo nella parte superiore e con listelli trasversali verniciati in nero lucido, a rendere ancora più decisa l’espressione del frontale. I fari xeno plus, disponibili separatamente o, in alternativa, come elementi integrati nelle luci “adaptive light” con regolazione dinamica della profondità dei fari, illuminano la carreggiata in modo eccellente in qualsiasi condizione. I gruppi ottici xeno plus e i proiettori in tecnologia LED sono abbinati a gruppi ottici posteriori in tecnologia LED.
 
La carrozzeria in struttura composita: massima leggerezza
 
Grazie a un nuovo concetto di struttura composita, la carrozzeria della nuova Audi A6 Avant è rigida, sicura e leggera. Molti componenti della cellula abitacolo sono in acciai ad alta e altissima resistenza. I duomi delle sospensioni nel vano motore e i componenti applicati della carrozzeria sono in alluminio e costituiscono circa il 20% della carrozzeria. Questa soluzione rappresenta già una forma di transizione verso l’innovativo Multimaterial Space Frame con cui la Audi, ancora una volta, apre un nuovo capitolo nella storia della carrozzeria leggera.
 
Rispetto al modello precedente la carrozzeria della A6 Avant pesa circa 30 chilogrammi meno, mentre a seconda della motorizzazione l’intera vettura può pesare complessivamente fino a 70 chilogrammi in meno; la massa a vuoto della A6 Avant 2.0 TDI, ad esempio, è di soli 1.640 chilogrammi. La Audi, pioniere nel campo della costruzione leggera, ha invertito ancora una volta la spirale del peso.
 
Un altro punto di forza della carrozzeria in struttura composita è il comfort acustico. Grazie all’utilizzo di materiali moderni e nuovi metodi di costruzione, il livello di rumorosità nell’abitacolo è estremamente basso, come nelle vetture di segmento superiore; a richiesta sono disponibili anche speciali vetri isolanti/insonorizzanti. L’accurata taratura di tutti i componenti e la complessa ammortizzazione idraulica dei supporti degli assi e del motore assicurano un comfort eccellente.

 
 
Il bagagliaio: spazioso e confortevole

Il vano bagagli della nuova Audi A6 Avant ha un volume di 565 litri e una soglia di carico bassa. Reclinando gli schienali dei sedili posteriori, frazionabili e comodi da ribaltare grazie al sistema di sbloccaggio a distanza che si trova ai lati del bagagliaio, il volume aumenta fino a 1.680 litri. Sono di serie anelli di fissaggio, cinghie laterali, ganci portaborse, un doppio piano di carico, un sistema di fissaggio del carico su guide, una vaschetta per oggetti sporchi e mancorrenti al tetto.
 
Tra gli optional figurano ulteriori dettagli, tra cui il dispositivo di carico passante, un set per il fissaggio che sfrutta le due guide del piano di carico (di serie) e il portellone posteriore ad azionamento elettrico, che comprende anche una copertura elettrica del bagagliaio. Una novità nella Audi A6 Avant è il portellone elettrico a comando gestuale che funziona in combinazione con la chiave comfort. Quando il guidatore è dietro l’auto e compie un determinato movimento con il piede, due sensori provvedono a far aprire il portellone.
 
Tra gli accessori figurano molti elementi particolari per trasportare attrezzature sportive e per il tempo libero, dalla griglia divisoria fino al portabiciclette. La nuova Avant è in grado di trainare fino a 2.100 chilogrammi di peso.
 
I motori: potenti ed efficienti

La A6 Avant si presenta con sei motori a iniezione diretta: un quattro cilindri e cinque V6. Cinque sono sovralimentati, hanno cilindrate relativamente piccole e sono altamente efficienti. Il motore che vanta i minori consumi è il 2.0 TDI da
177 CV (130 kW). In combinazione con il cambio manuale consuma in media solo 5,0 litri di carburante ogni 100 chilometri, con emissioni di CO2 pari a 132 grammi al chilometro.
 
Il 3.0 TDI è disponibile in tre varianti di potenza: da 204 CV (150 kW), da 245 CV (180 kW), in un secondo momento anche come “pulitissimo” clean Diesel, e nella versione di punta da 313 CV (230 kW).

 
 
Il biturbo è dotato di un gruppo turbocompressore a due fasi che sviluppa una pressione massima di sovralimentazione di 3,2 bar che, a sua volta, garantisce al 3.0 TDI prestazioni superiori. Lo scatto da 0 a 100 km/h è liquidato in 5,4 secondi (dato provvisorio) e senza fatica si raggiunge la velocità massima di 250 km/h, limitata elettronicamente.
 
La versione 2.8 FSI da 204 CV (150 kW) utilizza l’“Audi valvelift system” che varia l’alzata delle valvole d’aspirazione in due livelli a seconda del fabbisogno, in modo che il motore respiri più liberamente, la coppia aumenti e diminuiscano i consumi. Il motore benzina più potente della gamma è il 3.0 TFSI con turbocompressore, che eroga 300 CV (220 kW) di potenza massima.
 
Tutti i propulsori della nuova Audi A6 Avant sfruttano le tecnologie del sistema d’efficienza modulare Audi, tra cui il sistema Start&Stop, il sistema di recupero dell’energia e l’innovativo sistema di gestione dell’energia termica, che porta l’acqua di raffreddamento e l’olio motore velocemente a temperatura. Si deve in gran parte a queste nuove soluzioni se il consumo di carburante è diminuito del 18% rispetto al modello precedente.
 
I sistemi di trasmissione: adatti a ogni esigenza
 
Come molti altri modelli Audi anche la nuova A6 Avant dispone di un’ampia gamma di sistemi di trasmissione. A seconda della motorizzazione è possibile scegliere tra un cambio manuale a sei marce, il multitronic a variazione continua o il cambio sportivo S tronic a sette rapporti. Il 3.0 TDI da 313 CV (230 kW) invia la coppia a un tiptronic a otto rapporti ad alta efficienza, ottimizzato per cambi marcia rapidissimi.
 
Tutti i cambi hanno una rapportatura ampia, un fattore che contribuisce fortemente a incrementare l’efficienza. Tutti i cambi automatici sono inclusi nell’innovativo sistema di gestione dell’energia termica del motore. Il differenziale è posizionato davanti alla frizione o al convertitore. Questa soluzione ha permesso agli ingegneri di spostare in avanti l’asse anteriore di 71 millimetri rispetto al modello precedente, allungando così il passo e rendendo più equilibrata la ripartizione del carico sugli assi.
 
 
 
Il 2.0 TDI è abbinato alla trazione anteriore, mentre i motori V6 sono disponibili a richiesta o di serie in combinazione con la trazione integrale. La trazione integrale permanente quattro della nuova A6 Avant è di ultimissima generazione: il differenziale centrale con ingranaggio a corona e il “torque vectoring” assicurano dinamismo, trazione e stabilità eccellenti. Per tutte le versioni con trazione quattro è disponibile a richiesta il differenziale sportivo, che ripartisce la coppia tra le ruote posteriori in modo variabile e graduale, e grazie al quale a bordo della Audi A6 Avant sembra sempre di viaggiare su binari.
 
Il telaio: un sistema complesso
 
Il telaio della nuova Audi A6 Avant concilia precisione sportiva, freni potenti e comfort eccellente per dare vita a un insieme perfettamente equilibrato. L’asse anteriore ha una struttura a cinque bracci, l’asse posteriore è a bracci trapezoidali con controllo direzionale. I bracci ruota sono realizzati in alluminio. Grazie a un nuovo motorino elettromeccanico il servosterzo funziona con la massima efficienza e interagisce con i nuovi sistemi d’assistenza. Nelle frenate con coefficiente d’aderenza diverso tra le ruote di uno stesso asse, esso aiuta il guidatore nelle manovre di controsterzo.
 
Di serie i cerchi hanno diametro di 16 o 17 pollici a seconda delle motorizzazioni; a richiesta possono avere anche diametro di 20 pollici. Le misure degli pneumatici vanno da 225/60 a 255/35. L’impianto frenante è tarato per potenza e resistenza elevate.
 
Per tutte le motorizzazioni della nuova A6 Avant è disponibile di serie il sistema “Audi drive select”, che permette di regolare il funzionamento del motore, del telaio e dei sistemi d’assistenza in quattro modalità: “comfort”, “auto”, “dynamic” e “individual”. Per tutte le versioni sovralimentate è disponibile inoltre la modalità “efficiency”, in cui tutti i sistemi funzionano all’insegna del risparmio di carburante. Un altro dettaglio di serie per i modelli Avant a trazione anteriore è il programma elettronico di stabilizzazione (ESP) con meccanismo elettronico di bloccaggio trasversale, che aumenta ulteriormente l’agilità.

 
 
Tra gli equipaggiamenti a richiesta figurano le confortevoli sospensioni pneumatiche “adaptive air suspension” con sistema di ammortizzazione variabile controllata, mentre in un secondo momento sarà disponibile anche lo sterzo dinamico sportivo, che adatta il rapporto di trasmissione alla velocità di marcia e migliora l’handling nelle situazioni limite controsterzando leggermente. Per guidatori particolarmente dinamici la Audi ha ideato il pacchetto sportivo S line, che comprende una carrozzeria ribassata di 30 millimetri rispetto al telaio di serie, cerchi di grandi dimensioni, modifiche estetiche e molti dettagli speciali.
 
L’abitacolo: alta qualità
 
Nell’abitacolo della nuova Audi A6 Avant un inserto decorativo (il cosiddetto “wrap-around”) avvolge guidatore e passeggero anteriore. La parte frontale della plancia ha una linea slanciata. L’intero abitacolo, lussuoso e funzionale, riprende lo stile fluente degli esterni, con molto spazio a disposizione per i passeggeri posteriori. Molti sono i portaoggetti e i portabevande sia per i passeggeri anteriori, sia per i passeggeri posteriori; a richiesta è disponibile un ulteriore pacchetto vani portaoggetti.
 
Ogni minimo dettaglio dell’abitacolo della A6 Avant è prova di quanto la Audi investa nella qualità; tutti i materiali sono selezionati e lavorati accuratamente. Per gli inserti decorativi sono disponibili una variante in alluminio e tre in legno, tra cui un nuovo impiallacciato in rovere che alterna strati chiari e scuri. Completa l’offerta una variante in lacca lucida nera. I colori dell’abitacolo sono perfettamente abbinati tra loro così come i materiali, tra i quali figurano diversi tipi di pelle fino alla qualità esclusiva e naturale della pelle Valcona.
 
A richiesta sono disponibili sedili anteriori in versioni particolarmente confortevoli o sportive; le versioni al top di gamma sono impreziosite dalle funzioni di ventilazione e massaggio. Il pacchetto luci, disponibile come optional, o la luce diffusa avvolgono l’abitacolo creando un’atmosfera delicata e suggestiva. Anche per quanto riguarda i volanti vi sono molte possibilità di scelta: a tre o quattro razze, con piantone regolabile elettricamente, con corona riscaldabile e con bilancieri per il cambio automatico.

 
 
L’ergonomia: intuitiva
 
Come tutti i modelli Audi anche la nuova Audi A6 Avant colpisce per i comandi logici e intuitivi. Gli strumenti hanno una grafica chiara, il display centrale, disponibile come optional nelle versioni da cinque o sette pollici come sistema d’informazione per il conducente, viene gestito dal volante. Al centro della plancia c’è un secondo monitor, che fuoriesce elettricamente e che fa parte del sistema MMI Radio, di serie.
 
L’innovativo sistema di sicurezza “Audi pre sense basic”, il climatizzatore automatico comfort ad alta efficienza, a richiesta con regolazione a quattro zone, il freno di stazionamento elettromeccanico, il dispositivo di regolazione della velocità e il sensore luci e pioggia sono anch’essi di serie. E l’avviamento del motore avviene mediante la pressione di un pulsante. A richiesta è disponibile l’“head up display”, che proietta sul parabrezza specifiche informazioni a colori. Un altro dettaglio accattivante è il computer di bordo con programma di efficienza.
 
Audi connect: pionieristico
 
Uno dei molti ambiti tecnici in cui la Audi raggiunge l’eccellenza è l’Infotainment. Per la nuova A6 Avant è disponibile un’ampia gamma di componenti che culmina con il sistema di navigazione MMI plus con MMI touch. Le funzioni principali del grande impianto con disco fisso e monitor da otto pollici possono essere gestite mediante touchpad. La punta di diamante dei sistemi HiFi è l’Advanced Sound System della Bang & Olufsen, che regala agli occupanti sonorità cristalline provenienti da 15 altoparlanti.
 
Una soluzione particolarmente all’avanguardia è l’Audi connect, che racchiude una serie di nuove funzionalità. Il telefono veicolare Bluetooth online con modulo UMTS collega a Internet la A6 Avant e rende possibili alcuni servizi particolari grazie alla collaborazione con Google. La scheda grafica del sistema di navigazione, ad esempio, riproduce sul monitor le immagini e le informazioni di Google Earth e le fa confluire nell’itinerario di navigazione; una hotspot (WLAN) stabilisce il contatto con i dispositivi mobili di bordo.
 
 
 
Una novità nella gamma Audi, e quindi una novità del mercato in assoluto, è rappresentata da altri due servizi. In molti Paesi europei i servizi Audi online di informazione sul traffico informano il guidatore in tempo reale sulle condizioni di viabilità dell’itinerario scelto; per fare ciò utilizzano i profili di movimento creati da centinaia di migliaia di telefoni cellulari in altre vetture. Grazie alla collaborazione con Google ora anche la ricerca di destinazioni speciali avviene comodamente online mediante comando vocale.
 
I sistemi di assistenza: intelligenti
 
Il sistema di navigazione MMI plus della nuova Audi A6 Avant interagisce strettamente con i sistemi di assistenza e di sicurezza disponibili come optional, mettendo a disposizione delle centraline dei fari “adaptive light”, del cambio automatico e dell’“adaptive cruise control” con funzione Stop&Go i dati di navigazione. Questi sistemi sono quindi maggiormente in grado di riconoscere scenari complessi e aiutare così il guidatore.
 
Il cuore dei sistemi d’assistenza è l’“adaptive cruise control” con funzione Stop&Go basato su tecnologia radar, attivo tra 0 e 250 km/h. Esso interagisce con l’“Audi pre sense”, che è disponibile in diversi livelli di configurazione e in molte situazioni aiuta il guidatore ad evitare eventuali collisioni o ad attenuarne le conseguenze. In caso di impatto la nuova Audi A6 Avant fa ricorso all’ampio pacchetto di sistemi di ritenuta.
 
L’“Audi active lane assist” aiuta il guidatore a mantenere in carreggiata la
A6 Avant con leggeri interventi sterzanti. L’assistente di parcheggio, a richiesta anche con retrocamera, effettua le manovre al posto del guidatore in entrata e in uscita dai parcheggi. L’“Audi side assist” lo assiste nei cambi di corsia, il sistema di assistenza alla guida notturna con segnalazione dei pedoni rende più sicuro viaggiare in condizioni di oscurità e l’indicazione del limite di velocità riproduce sul display all’interno della strumentazione i cartelli stradali di volta in volta rilevanti.

 
 
In un secondo momento sarà disponibile il nuovo assistente di parcheggio “plus” con videocamera. Quattro piccole videocamere (nel frontale, nella coda e negli alloggiamenti dei retrovisori esterni) riprendono le immagini della zona direttamente circostante la A6 Avant. Un software le elabora velocemente, e il guidatore può richiamarle sul grande monitor di bordo da diverse angolazioni. Questo sistema tecnico aumenta la sicurezza durante le manovre e in uscita da luoghi con scarsa visibilità.
 
Le vendite della Audi A6 Avant inizieranno nei maggiori mercati europei a partire dalla tarda estate.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©
LE ALTRE FOTO.