Cyber, scienza e gossip / Motori

Commenta Stampa

ACI, al via la campagna di sensibilizzazione “Udito è sicurezza”


ACI, al via la campagna di sensibilizzazione “Udito è sicurezza”
23/04/2010, 17:04

Il 12% della popolazione italiana - pari a oltre 6 milioni di persone - soffre di problemi all’udito ed il 37% di queste non è consapevole del problema né si è mai sottoposto a visita specialistica. Un deficit spesso sottovalutato - quello uditivo - e con forti ripercussioni sulla sicurezza degli utenti della strada, aggravato da diversi fattori quali l’allungamento dell’attesa di vita e l’aumento della popolazione anziana alla guida, il progresso tecnologico e multimediale, l’insonorizzazione dell’abitacolo delle auto, l’incremento dell’inquinamento acustico. Quando si guida, infatti, la sicurezza è proporzionale alle capacità psicofisiche del soggetto, e tra queste risulta chiara l’importanza dell’integrità della funzione uditiva.

Il fattore umano è universalmente considerato come la causa più importante degli incidenti stradali e in questo ambito giocano un ruolo fondamentale i deficit sensoriali (udito e vista) e il grado di vigilanza e attenzione alla guida. Alla luce di questi dati risulta evidente che una significativa quota di persone munite di patente di guida e circolante su strada ha problemi uditivi. L'assenza di consapevolezza di queste patologie spesso associate ad altri deficit (visivi, di vigilanza/attenzione) causa ogni anno il 30% degli incidenti stradali registrati in Italia.



“Udito è Sicurezza” è il claim della campagna nazionale di sensibilizzazione dell’ACI in collaborazione con le associazioni nazionali degli audioprotesisti ANA-ANAP, il cui scopo è promuovere l’introduzione di un esame strumentale delle funzioni uditive – come già avviene per la vista - in fase di rinnovo della patente di guida.



Il progetto è rivolto soprattutto ai cittadini che abbiano superato i 50 anni di età, e mira a valutarne la funzionalità psico-uditiva attraverso un questionario di valutazione ed un test audiometrico condotto da medici specialisti che in poco tempo e gratuitamente per tutti, soci e non, valuteranno l’abilità alla guida di ciascuno. Il progetto consiste in un road-show che coinvolge sette grandi città italiane (Bari, Firenze, Genova, Napoli, Milano, Roma e Torino). Per sottoporsi al test basterà recarsi presso la sede ACI di Napoli in Piazzale Tecchio, 49/D dal 26 aprile al 7 maggio (sabato e domenica esclusi), con orari 10-13/15,30-17,30.



“Mi auguro – ha spiegato il direttore dell’ACI Napoli, Antonio Coppola – che ci possa essere un intervento normativo che introduca nuove prove di verifica delle capacità uditive per il rilascio e il rinnovo della patente. Oggi la legge pone come unica condizione la percezione di una conversazione da non meno di 2 metri di distanza. Sarebbe più opportuno procedere ad una misurazione dell’udito con metodologie e apparecchiature scientifiche. Il diritto alla vita è prioritario rispetto allo stesso diritto alla mobilità”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©