Cyber, scienza e gossip / Motori

Commenta Stampa

ACI NAPOLI: SIGLATO PROTOCOLLO D'INTESA CON IL COMUNE


ACI NAPOLI: SIGLATO PROTOCOLLO D'INTESA CON IL COMUNE
02/07/2008, 17:07

La realizzazione di nuovi parcheggi, il miglioramento della circolazione stradale, il potenziamento del trasporto pubblico ed il perseguimento delle infrazioni del Codice della Strada: sono alcuni dei principali obiettivi del protocollo d’intesa sottoscritto oggi, in sala Giunta, dal Comune di Napoli e dall’Automobile Club Napoli. Erano presenti il sindaco Rosa Russo Iervolino, l’assessore comunale alla Mobilità Agostino Nuzzolo e il direttore dell’Automobile Club Napoli Antonio Coppola.

 
L’accordo punta anche a sviluppare iniziative comuni per favorire il comportamento responsabile degli automobilisti, affinché si muovano nel rispetto delle regole, dell’ambiente e del diritto alla vita.
 
A questo scopo, l’ACI mette a disposizione dell’ente le sue competenze tecnico-giuridiche e l’assessorato alla Mobilità si impegna a informarlo dell’elaborazione dei dispositivi di traffico.
 
Il protocollo ha trovato una prima attuazione nella redazione del Manifesto “Mobilitiamoci….per una mobilità responsabile”- che verrà distribuito agli automobilisti- e, in seguito, nella realizzazione di alcune iniziative, per la conoscenza del Codice della strada, per una scelta razionale dei mezzi di trasporto o per favorire i comportamenti ambientalmente sostenibili.
 
Tra le altre iniziative comuni, le giornate della “mobilità responsabile”, che prevedono l’istituzione, per periodi circoscritti, delle zone a traffico limitato (ZTL) per alcune aree della città, parallelamente alla promozione dell’uso del trasporto collettivo, dei taxi e delle due ruote.
 
Infine, l’assessorato alla Mobilità e l’ACI si impegnano ad effettuare un’attività di studio e di ricerca, finalizzata ad analizzare i comportamenti degli automobilisti e a sperimentare “spazi stradali condivisi”, secondo il modello, già consolidato in alcuni paesi, di affidare la sicurezza stradale alla responsabilità individuale degli utenti della strada piuttosto che al solo rispetto della segnaletica stradale.
 

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©