Cyber, scienza e gossip / Motori

Commenta Stampa

Aci-Pra: attivati il servizio a domicilio


Aci-Pra: attivati il servizio a domicilio
10/10/2009, 10:10

L'Aci - Direzione generale Area Sud Italia - ha attivato a Napoli un innovativo servizio, lo “Sportello a domicilio”, a favore dei cittadini motorizzati, soci e non, che versano in disagiate condizioni di salute (diversamente abili e malati ricoverati nelle strutture sanitarie per significativi periodi di tempo).



Il servizio, dopo una fase sperimentale particolarmente apprezzata dai fruitori, adesso viene offerto a tutti gli interessati che hanno necessità di avvalersi delle prestazioni fornite dal Pubblico Registro Automobilistico dell’Aci di Napoli (trasferimento di proprietà dei veicoli, aggiornamento/duplicazione del Certificato di proprietà del veicolo ecc.), ma non possono recarsi personalmente agli uffici di Fuorigrotta, per gravi motivi di salute.



Per richiedere il servizio “Sportello a domicilio”, che consente, ai più bisognosi, di espletare gli adempimenti burocratici riguardanti i veicoli direttamente a casa propria, basta contattare l'Aci - Ufficio provinciale di Napoli al nuovo numero telefonico 081/62.06.111 (Ufficio Relazioni con il Pubblico) o collegarsi al sito www.up.aci.it/napoli e cliccare sul link “Servizio Prenotazione Appuntamento”, oppure inviare una e-mail all’indirizzo di posta elettronica: urpnapoli@aci.it. Il Pra, viste le condizioni di disabilità del richiedente, attiva immediatamente la procedura da espletare a domicilio.



“Si tratta di una importante iniziativa – spiega il Dirigente generale Area Sud dell’Aci, Antonio Coppola – che intende rafforzare lo spirito di servizio di un’associazione ultra centenaria, con attività sempre più coinvolte anche nel sociale. Il nostro obiettivo, infatti, è quello di tutelare al meglio gli utenti della strada, soprattutto se appartengono alle categorie più deboli. Lo <Sportello a domicilio> segue un’altra innovativa iniziativa protesa a soddisfare le esigenze dei diversamente abili: il soccorso stradale ad hoc per gli audiolesi”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©