Cyber, scienza e gossip / Gossip

Commenta Stampa

Il cantante confessa di aver speso 6 milioni di dollari

Aerosmith, Steven Tyler: "Mi sono sniffato mezzo Perù"

Si racconta in un'intervista alla rivista 'In Touch Weekly'

Aerosmith, Steven Tyler: 'Mi sono sniffato mezzo Perù'
04/03/2013, 18:28

Disinvolto come sempre, il leader degli Aerosmith, Steven Tyler racconta il suo rapporto con la droga. Questa volta spara cifre, numeri da brivido: "Prima del 1986 mi sono sniffato 6 milioni di dollari in cocaina, si potrebbe dire che mi sono 'tirato' mezzo Perù". Già in un'autobiografia del 2011, 'Does the Noise in My Head Bother You?', il cantante aveva parlato del suo consumo di droga. In quel libro aveva ammesso di aver iniziato a 16 anni, imparando a conoscere molto bene il mondo della droga. Nel 1967 Steven Tyler, all'età di 18 anni, fu beccato in possesso di marijuana e segnalato dalle forze dell'ordine. Storie di una gioventù bruciata, forse, ma senza alcun problema a raccontarsi. Ormai Steven Tyler ha oltrepassato la soglia dei 60 anni e ha deciso di fare un bilancio, anche economico, del suo rapporto con la droga. In una rivista americana di gossip, 'In Touch Weelky' ammette di aver esagerato, fa il suo mea culpa sui suoi comportamenti eccessivi durante gli anni '80, tra successi musicali e smodate dipendenze. Dal consumo di droga da 6 milioni di dollari all'ingresso in un rehab, una comunità di recupero. Steven Tyler ammette di aver trovato beneficio dalla riabilitazione e confida che "le dosi di droga che circolavano sul palco dei concerti degli Aerosmith negli anni '80 erano massicce, una vita del genere, alla lunga, può portare solo alla morte, al carcere o alla pazzia".

 

Commenta Stampa
di Emanuele De Lucia
Riproduzione riservata ©