Salute e benessere / Salute

Commenta Stampa

Tecniche orientali per i medicini napoletani

Agopuntura: corso all'ASL Na2


Agopuntura: corso all'ASL Na2
17/06/2010, 12:06

L' Organizzazione Mondiale della Sanità identifica nell’Agopuntura il trattamento di prima scelta per numerose patologie da oltre 10 anni. La possibilità che ha l’agopuntore di stabilire un contatto umano con il paziente spesso è maggiore di quella del medico occidentale, questo lo si apprende dai Paesi asiatici. Presso l’ Ospedale S.M. delle Grazie di Pozzuoli ASL Napoli 2 Nord, sono aperte le iscrizioni al Corso di Agopuntura per i laureati in Medicina e Chirurgia organizzato dalla dr.ssa Paola Zulati, responsabile dell’ambulatorio di agopuntura. L’ agopuntura è una tecnica applicativa della Medicina Tradizionale Cinese attraverso la semplice inserzione di aghi. Questa scienza nata millenni fa in Cina permette di diagnosticare con suoi propri metodi e di curare centinaia di disturbi. I corsi prevedono una formazione triennale di I, II e III livello. Il corso di I livello fornisce una preparazione sufficiente per utilizzare l’Agopuntura e la reflessoterapia. Il secondo e il terzo livello sono strutturati in modo da consentire un approccio diagnostico e terapeutico secondo i criteri energetici della Medicina Tradizionale Cinese. Ciascun anno di corso è articolato in 9 moduli di lezioni frontali, 6 lezioni pratiche in ambulatorio ed esami finali con attestato ASL. Il numero di partecipanti minimo è 6, il massimo è di 8.La data di inizio del I anno è il 20 novembre 2010. Per i corsi è stato richiesta l’attribuzione di crediti ECM. I docenti sono: la dr.ssa Paola Zulati, responsabile UOS Agopuntura P.O. di Pozzuoli, il dr Antonio Rossi, dirigente I livello UOS Agopuntura P.O. Pozzuoli, dr Guglielmo Grillone – Agopuntore - Docente FISA. Il costo del corso è di 1000,00 euro. E’ possibile iscriversi presso l’Ufficio Formazione ASL. Per qualsiasi informazione è possibile rivolgersi direttamente all’ambulatorio di Agopuntura: Tel 081/8552147- 8552836 dal lunedì al venerdì in orario antimeridiano
 

Commenta Stampa
di Elisabetta Froncillo
Riproduzione riservata ©