Cyber, scienza e gossip / Motori

Commenta Stampa

Al via il Trofeo Abarth Selenia Europa 2013 e primo evento firmato Make it Your Race


Al via il Trofeo Abarth Selenia Europa 2013 e primo evento firmato Make it Your Race
09/05/2013, 12:03

Inizia il 12 maggio, sul circuito francese di Digione, il Trofeo Abarth Selenia Europa, piattaforma di gare internazionali sulle piste che hanno fatto la storia dell'automobilismo sportivo, come Monza, Nurburgring e Spa Francorchamps.

 Il calendario continentale si compone di tre eventi validi anche per il Trofeo Abarth Selenia Italia - Redbull Ring in Austria, Varano e Monza - e si completa con le gare di Digione (12 maggio), Nurburgring (2 giugno) e Spa-Francorchamps (8 settembre).

In ogni evento vengono disputate due gare di 25' più un giro e il relativo turno di qualificazione da 40'.

 Un totale di 2.000 chilometri in circuito che vedranno protagoniste le Abarth 695 Assetto Corse e le Abarth 500 Assetto Corse. Vetture che, per il loro ridotto costo di gestione e la grande competitività e affidabilità, hanno finora permesso a molti piloti di esordire nelle competizioni e di mettersi in luce. Tra loro, quest'anno anche i partecipanti a Make it Your Race, il talent show proposto in prima mondiale da Abarth durante la passata stagione. Nel 2012, infatti Abarth ha realizzato il sogno degli aspiranti piloti - 30.000 candidati e 106 selezionati - che si sono sfidati per scendere in pista in una gara da professionisti. I 6 finalisti, provenienti da 6 diverse nazioni europee, si sono cimentati nella finale di Franciacorta.

 Ora questa loro prestazione avrà un seguito, dal momento che nel 2013 Abarth ha deciso di regalare ai 6 finalisti del Talent Show dell'edizione 2012 - provenienti da Regno Unito, Germania, Francia, Svizzera, Benelux e Italia - una vera stagione da piloti professionisti all'interno del Trofeo Abarth Selenia Benelux. I ragazzi si sfideranno in 5 prestigiosi circuiti europei, tra cui Nurburgring e SPA, per aggiudicarsi il titolo dello speciale "Trofeo Make it your race".

 Al termine di ogni week-end di gara sarà premiato il migliore di loro e aggiornata la speciale classifica. Si tratterà di una vera sfida all'interno del Trofeo Abarth Selenia Benelux. Gli ex-ragazzi del Talent Show2012 concorreranno infatti anche ai premi finali di tappa e di campionato contro tutti gli altri pro-driver iscritti.

 Make it your race non è solo pista; è spettacolo e insieme racconto delle emozioni di ragazzi che inseguono la propria passione. Per questo l'avvicinamento a ognuno dei week-end di gara, le prove libere, le qualifiche e le gare saranno oggetto di un racconto live dei ragazzi, che il pubblico potrà seguire sul blog ufficiale del racing Abarth: http://teamabarth.tumblr.com/ oltre che direttamente su Twitter e Instagram con questi hashtag: #topdrivers #miyr #abarth.

 L'iniziativa viene presentata questo fine settimana a Digione in occasione della gara d'apertura del Trofeo Abarth Selenia Europa, con una sfida tra i testimonial di Make it Your Race: Arturo Merzario, Margot Lafitte, Tiffany Chittendale, Christian Menzel e Yoshiki Ohmura.

 Per l'edizione 2013 le selezioni del reality show sono state aperte e 8.500 candidati provenienti da 10 nazioni europee si stanno già sfidando sul web per essere notati dalla giuria del programma. Resta tempo fino al 15 luglio per iscriversi ed entrare a far parte del team Abarth puntando alla finale di Monza del 20 ottobre 2013.

 Tra le novità di quest'anno si segnala che Michelin, già partner tecnico per le gare del Trofeo, sarà anche il fornitore ufficiale di pneumatici di Make it your race.

 L'edizione di Make it your race 2013 sarà uno 'scripted reality show ' che vedrà come protagonisti piloti non professionisti provenienti da 10 nazioni europee. Per partecipare alle selezioni on-line bastano pochi click sul sito www.makeityourrace.it. I selezionati parteciperanno al camp durante il quale sotto l'occhio delle telecamere vivranno prove, emozioni, gioie e dolori del duro percorso per diventare un pilota. Solo i migliori arriveranno alla finale di Monza.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©