Cyber, scienza e gossip / Scienza

Commenta Stampa

ALLE VOLTE FACEBOOK COSTA CARO


ALLE VOLTE FACEBOOK COSTA CARO
28/11/2008, 10:11

Un gruppo di ragazzi australiani hanno ideato un piano perfetto: sono entrati in un ristorante chic di Melbourne, hanno fatto una ricca cena, con buoni vini; poi hanno ordinato un dessert e nell'attesa sono usciti fuori per fumare. Ma non sono rientrati, dileguandosi e lasciando impagato un conto di 520 dollari australiani (270 euro). Ma uno di loro, prima di entrare, aveva fatto l'errore di chiedere ad un cameriere se era di servizio una sua conoscente; saputo che non c'era, aveva chiamato gli altri. Quando il proprietario ha saputo di questo ha chiamato la dipendente e si è fatto dare una descrizione della persona. Dopo di che ha inserito i dati sul noto social forum "Facebook" e in breve tempo ha avuto la foto e i dati di uno del gruppo e della sua fidanzata - presente anche lei a quella serata. Scoprendo che entrambi lavoravano in un locale vicino, ha telefonato al proprietario per avvisarli di quello che era successo. Da lì a poco è arrivato il ragazzo, che ha chiesto scusa e ha pagato il conto, comprensivo di una ricca mancia. Poco dopo, è stato anche licenziato, insieme alla ragazza, dal posto di lavoro.

Eh, sì. Alle volte Facebook costa caro: addirittura un posto di lavoro.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©