Cyber, scienza e gossip / Internet

Commenta Stampa

Il malcontento delle società occidentali in Cina

Altri big si apprestano a lasciare la Cina dopo Google?


Altri big si apprestano a lasciare la Cina dopo Google?
26/03/2010, 12:03

PECHINO (CINA) - Ci sono state molte proteste contro Google, per la sua scelta di lasciare la Cina, a causa delle continue pretese censorie del governo nazionale. Anche la scelta di partire da Hong Kong con l'indirizzo internet google.com.hk non è servito a molto, dato che il governo cinese in un amen ha reagito, bloccando tutti gli accessi dalla Cina. Inoltre in questo momento gli imprenditori dell'ex colonia inglese non hanno alcun interesse ad appoggiare la piattaforma usa, e lo stanno dicendo pubblicamente, per evitare di essere colpiti dalle sanzioni di Pechino. Contemporaneamente gli hacker del governo stanno chiudendo tutti gli accessi: niente Youtube o Blogger, per ora, mentre il resto più o meno funziona, anche se con crescente difficoltà.
Ma Google potrebbe essere stata solo la prima. Infatti il registar GoDaddy già da un po' ha cominciato a rifiutare le iscrizioni dalla Cina, data l'eccessiva quyantità di dati richiesta dal governo cinese. Ed anche la Dell sta stringendo accordi con l'India, per trasferire lì la propria struttura asiatica, in modo da ridurre i furti di brevetti che la Cina compie sistematicamente su tutto l'hardware e il software in circolazione.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©