Cyber, scienza e gossip / Internet

Commenta Stampa

Non è ancora in vendita, ma lo sarà presto

Anche il dado diventa elettronico e connesso al tablet


Anche il dado diventa elettronico e connesso al tablet
14/06/2012, 10:06

E' uno dei metodi di gioco più antichi che si conoscano, anche se le regole sono cambiate nel corso dei secoli. Parlo dei dadi, che già ai tempi dei romani e dei greci erano conosciutissimi; ma in Oriente anche da prima, tanto che se ne parla nei Rig-veda (un testo sacro della religione indù). E sono gli stessi da sempre: un certo numero di facce (di solito sei, ma il numero può cambiare, tanto che negli ultimi 20 anni ci sono giochi di società con dadi a 21 facce) e la capacità di rotolare per poi stabilizzarsi con una faccia verso l'alto.
Ma oggi anche questo cambia e diventa elettronico. E' stato presentato alla E3, una famosa fiera dei videogiochi di Los Angeles. Si chiama Dado+ ed è collegato via Bluetooth con un tablet o un altro prodotto del genere. In pratica, ha le facce bianche; ma quando si lancia, il sistema provvede ad assegnare a ciascuna faccia il proprio valore. Poi tocca all'utente trasferire il dato nel gioco in questione.
Non è ancora in vendita, ma dovrebbe esserlo presto, al prezzo di 30 dollari.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©