Cyber, scienza e gossip / Internet

Commenta Stampa

Il Vaticano si esprime ufficialmente sui social network

Anche il Papa applaude facebook e lancia il suo monito

Il pontefice avverte:"Non create falsi profili"

Anche il Papa applaude facebook e lancia il suo monito
24/01/2011, 18:01

il Papa, dopo il primo messaggio lasciato nel 2009, torna a parlare più dettagliamente di social network e di interazione on-line.
Il monito che il Vaticano regala al web 2.0, è rivolto soprattutto ai giovani e li invita a non creare "false identità" sul social network più famoso del mondo; rimanendo sempe "fedeli a se stessi" e non cedendo alle mode del momento per assicurarsi un maggior numero di amici (virtuali).
"Nella ricerca, nella condivisione di amicizia - scrive il Pontefice nel suo messaggio per la 45esima Giornata mondiale delle Comunicazioni sociali - ci si trova di fronte alla sfida dell'essere autentici, fedeli a se stessi, senza cedere all'illusione di costruire artificialmente il proprio 'profilo' pubblico".

INTERNET, CHIESA E IDENTITA' PERSONALE
Il Santo Padre ha poi  voluto analizzare il web in maniera più ampia e generica, descrivendo questo "fenomeno caratteristico del nostro tempo: il diffondersi della comunicazione attraverso la rete internet". Non a caso, il titolo del messaggio è:"Verita', annuncio e autenticità di vita nell'era digitale".  Per Benedetto XVI, dunque "E' sempre più comune la convinzione che, come la rivoluzione industriale produsse un profondo cambiamento nella società attraverso le novità introdotte nel ciclo produttivo e nella vita dei lavoratori, cosi' oggi la profonda trasformazione in atto nel campo delle comunicazioni guida il flusso di grandi mutamenti culturali e sociali".
Per questo, osserva il Papa, "le nuove tecnologie non stanno cambiando solo il modo di comunicare, ma la comunicazione in se stessa, per cui si puo' affermare che si è di fronte ad una vasta trasformazione culturale. Con tale modo di diffondere informazioni e conoscenze, sta nascendo un nuovo modo di apprendere e di pensare, con inedite opportunità di stabilire relazioni e di costruire comunione".
Quella che viene definita come la nuova "arena digitale", secondo la lettura del Vaticano "infuisce sulla percezione di sé e pone quindi, inevitabilmente, la questione non solo della correttezza del proprio agire, ma anche dell'autenticità del proprio essere".

CRISTO ANCHE SU E IN FACEBOOK
Ma il messaggio del Pontefice si spinge ancora oltre e, dopo aver messo in guardia sui "pericoli" di una vita condotta in una sorta di "mondo parallelo" dove si perde il contatto con la propria reale identità, si osserva che "Cristo è la risposta piena e autentica a quel desiderio umano di relazione, di comunione e di senso che emerge anche nella partecipazione massiccia ai vari social network".
Per il Papa, quindi, è importante che anche i fedeli partecipino alle varie ed affollate agorà virtuali "affinche' il web non diventi uno strumento che riduce le persone a categorie, che cerca di manipolarle emotivamente o che permette a chi è potente di monopolizzare le opinioni altrui".

SPECIFICATE LA VOSTRA APPARTENENZA
Per il capo della Chiesa, in ultimo, è giusto che i credenti i curino di "testimoniare con coerenza, nel proprio profilo digitale e nel modo di comunicare, scelte, preferenze, giudizi che siano profondamente coerenti con il Vangelo". La parola di Dio, però,  deve essere fatta "conoscere nella sua integrita' piuttosto che cercare di renderla accettabile magari 'annacquandola".

IL PAPA SU FACEBOOK
Benedetto XVI è presente su facebook con diversi profili e pagine fan gestite dai suoi sostenitori. Gli iscritti sono decine di migliaia ed aumentano di numero giornalmente; dimostrando come, oramai, i social network ospitino un'utenza sempre più variegata, riuscendo ad interessare frange della popolazione considerate solitamente più "tradizionaliste" e meno vicine ai new media ed in particolare a "luoghi" come fb.

Commenta Stampa
di Germano Milite
Riproduzione riservata ©