Cyber, scienza e gossip / Internet

Commenta Stampa

Ancora un attacco della Cina contro Google


Ancora un attacco della Cina contro Google
25/06/2009, 12:06

Nuovo attacco del governo cinese contro Google, reo ufficialmente di avere pubblicato "un gran numero di siti dai contenuti lascivi e pornografici". In realtà sono dichiarazioni che nascondono una lotta sulla censura cinese. Infatti la Cina ha emanato una legge che prevede l'obbligo di installare, nei PC venduti in Cina, un programma governativo che permette di navigare solo su quei siti che abbiano l'OK del governo. In questa maniera si realizza la "censura perfetta". Ma questo fatto, oltre a limitare l'azione di Google, danneggia anche i programmi operativi presenti nei PC, cosa che sta creando difficoltà alle società statunitensi. Al punto che è intervenuto anche il Segretario USA al Commercio, Gary Locke, che ha inviato una lettera al suo omologo cinese, per spiegare che quello che loro pretendono danneggia il commercio.
Ma, come sempre, questi sono dettagli. Il governo cinese non è abituato a trattare. Lui ordina, e gli altri, se non vogliono perdere quell'immenso mercato, si devono adattare. E infatti già il Ministro degli Esteri cinese, Qin Gang, ha annunciato che sono state prese misure legislative contro Google.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©