Cyber, scienza e gossip / Scienza

Commenta Stampa

L'ultima versione introduce l'atteso multitasking

Apple presenta iOS 4 per iPhone e iPod Touch


Apple presenta iOS 4 per iPhone e iPod Touch
22/06/2010, 15:06

Apple ha rilasciato come aggiornamento gratuito iOS 4, l'ultima versione del sistema operativo per iPhone e iPod Touch, e come prevedibile sono iniziate le scaramucce tra detrattori ed entusiasti.
Occorre iniziare ricordando che iOS 4 non può essere installato su qualunque dispositivo indiscriminatamente: occorre almeno un iPod Touch 2G e un iPhone 3G e, con i modelli più vecchi, occorre accettare qualche limitazione.
Per esempio l'iPhone 3G non permette di utilizzare il multitasking, una delle novità più attese di questa release del sistema operativo. Apple ha deciso di impedirne l'uso sui terminali più vecchi per questioni legate all'hardware, non sufficientemente potente; il modello 3G non avrà nemmeno la possibilità di cambiare lo sfondo della schermata principale né quella che permette di collegare una tastiera Bluetooth.
Vale dunque la pena aggiornare anche i vecchi modelli? Secondo chi ha già tentato sì, anche se in certi casi si è notato un rallentamento generale del sistema.
A parte il multitasking, la possibilità di cambiare lo sfondo e il collegamento di una tastiera Bluetooth (disponibili come detto solo su iPhone 3GS e 4), iOS 4 porta con sé la possibilità di utilizzare delle cartelle per organizzare le icone, il supporto alle conversazioni nell'applicazione di posta elettronica (raggruppando insieme i messaggi relativi a un medesimo argomento) e nuove funzioni legate alla gestione delle immagini.
Inoltre ci sono i miglioramenti apportati al correttore ortografico, l'integrazione di Spotlight con il Web e con Wikipedia, l'ultima versione di iBooks con il supporto al formato PDF, lo zoom digitale 5x per la fotocamera e la possibilità di creare delle playlist direttamente dal telefono.
Con il rilascio di iOS 4 Apple risolve anche una sessantina di bug, 50 dei quali riguardavano il motore di rendering Webkit usato da Safari.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©

Correlati