Cyber, scienza e gossip / Gossip

Commenta Stampa

L’opinionista scrive una lettera al marito

Aria di crisi tra Tina Cipollari e il marito Chicco Nalli


Aria di crisi tra Tina Cipollari e il marito Chicco Nalli
27/02/2013, 17:36

Che il loro rapporto non galleggi in buone acque è cosa ormai risaputa. Infatti, era stata la stessa opinionista di Uomini e donne a dichiarare – seppur con lunghi giri di parola – che il loro matrimonio era in crisi già da un po’ di tempo.
Dopo la scappatella di lui che un anno e mezzo fa circa si era fatto pizzicare in dolce compagnia di un’altra donna, Tina Cipollari ci và con i piedi di piombo. Riesce a tollerare male, insomma, i difetti del marito e in una lettera pubblicata dal settimanale Di Più palesa tutto il suo malcontento. Certo, scrivere una lettera pare non essere la soluzione più appropriata dal momento che Tina Cipollari e il marito Chicco Nalli vivono sotto lo stesso tetto. Nella lettera pubblicata da Di Più l’opinionista romana dice di essere stufa del fatto che il marito dia sempre molto più ascolto alla madre che a lei. Non solo: se c’è da difendere qualcuno quel qualcuno non è mai la moglie. Il punto principale è  la richiesta fatta da Tina alla suocera di tenere più spesso i nipoti: “Dopo aver ricevuto la lettera di tua madre in cui si rifiutava di fare la nonna baby-sitter una volta alla settimana per farci stare da soli, non mi aspettavo proprio che tu mi scrivessi ancora. O meglio, speravo che quanto meno mi difendessi. Invece mi hai insensibilmente messo alla gogna sostenendo che io ho fatto deprimere tua madre, mia suocera, perché, per avermi detto di no (ma lo ha detto anche a te, sai!), soffre di sensi di colpa e rimorsi. Bene, la tua lettera è la goccia che fa traboccare il vaso e mi fa mettere in discussione il nostro rapporto“.
La lettera continua con l’opinionista di Uomini e donne che stavolta non intende avere ancora pazienza: “Mi sono stancata di essere paragonato a tua madre anche dal punto di vista culinario. Forse abbiamo bisogno di staccarci un po’ e di prendere un periodo di pausa per capire dove siamo finiti“. A questo punto, non ci resta che attendere la risposta del marito e sapere come andrà a finire la questione. 

Commenta Stampa
di Erika Noschese
Riproduzione riservata ©