Salute e benessere / Salute

Commenta Stampa

Arriva in Campania l'Iniziativa "Farmacie Sapere&Salute


Arriva in Campania l'Iniziativa 'Farmacie Sapere&Salute
08/04/2011, 15:04

Roma, 8 aprile 2011 – Sono 204 le farmacie coinvolte in Campania nell’iniziativa “Farmacia Sapere&Salute”, promossa con il contributo di Bayer: per tutto il mese di aprile, recandosi in una delle Farmacie Sapere&Salute, sarà possibile trovare materiale informativo e Farmacisti a disposizione per suggerimenti personalizzati e informazioni precise sul tema delle vitamine e degli integratori di vitamine.

Gli integratori di vitamine: quali e quando fanno bene? Secondo una recente indagine realizzata su un campione di 1100 italiani fra i 15 e i 64 anni, solo 3 Campani su 10 dichiara di saper spiegare bene a cosa servono le vitamine. Tra i benefici attribuiti all’apporto vitaminico i Campani citano, più che in altre parti d’Italia, la capacità di dare energia (52%) ma quasi 2 persone su 10 addirittura citano erroneamente fra i benefici delle vitamine la capacità di diminuire il rischio di infarto, favorire la digestione, abbassare la pressione arteriosa o prevenire il diabete. Le donne, da sempre custodi della salute della famiglia, risultano in generale più informate sui benefici delle vitamine, mentre la maglia nera va ai più giovani.

Dall’indagine emerge che nell’ultimo anno solo il 57% della popolazione campana ha fatto uso di integratori di vitamine per rinforzare l’organismo, contro il 67% del Nord Italia e il 65% del Centro. In Campania la prima motivazione di chi ricorre agli integratori di vitamine è per migliorare il proprio benessere generale (39%) seguita dalla voglia di rinforzare il proprio organismo in situazioni di stress (30%).

9 persone su 10 sono alla ricerca di maggiori informazioni e, dopo il Medico, è il Farmacista ad essere ritenuto il possibile “consulente” a cui rivolgersi per consigli sul tema.

“L’integrazione con prodotti vitaminici è spesso utile perché la nostra alimentazione e il nostro stile di vita non sono così perfetti come pensiamo” ribadisce il professor Andrea Strata, nutrizionista, professore fuori ruolo di Nutrizione Clinica presso la Facoltà di Medicina dell’Università di Parma, Membro della Commissione Unica Dietetica e Nutrizione del Ministero della Salute “Basta rispettare alcune semplici regole: fare un “esame di coscienza” rispetto alla propria alimentazione e al proprio stile di vita per valutare se ci si trova in una condizione di possibile carenza vitaminica, ricorrere al consiglio del proprio Medico o del Farmacista informato e attenersi a quanto riportato nel foglietto illustrativo o in etichetta”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©